Salute, gli infermieri approvano la riforma: “Risposta giusto alla carenza di personale”

ph. ansa

La Federazione Nazionale degli Ordini delle Professioni Infermieristiche, anche detta Fnopi, ha accolto con soddisfazione, attraverso una nota, le misure che sono state approvate ieri dal Consiglio dei Ministri in materia sanitaria che sono state inserite all’interno del Dl Energia.

Si è ottenuto in particolare qualcosa di particolarmente auspicato, ossia l’abolizione strutturale del vincolo di esclusività per le professioni sanitarie, che consentirà quindi agli infermieri dipendenti di esercitare la libera professione senza restrizioni di orario.  Un dato estremamente positivo, anche alla luce dell’attuazione del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza, che permetterà di aumentare gradualmente le ore di assistenza sul territorio.

Tutto ciò risulta in linea con quanto richiesto storicamente dalla Federazione e a quanto emerso dalle richieste degli Stati generali della professione infermieristica e dalle indicazioni date dalla Consensus Conference, a cui hanno partecipato i più importanti stakeholder  della sanità nazionale.

La Fnopi inoltre si è anche pronunciata un gran numero di volte su un tema che risulta piuttosto scottante, la violenza suoi infermieri, la tematica è stata accolta con l’intenzione di inasprire le pene degli aggressori. Tuttavia la federazione tiene a precisare che si tratti di un problema che affonda le sue radici più in profondità, in una storia di scarsa organizzazione dei servizi, nella carenza del personale di una educazione molto povera al rispetto. Infine viene sottolineato dalla Federazione che un provvedimento molto atteso sarà l’incremento della tariffa oraria delle prestazioni aggiuntive nei servizi di emergenza-urgenza, che auspica un veloce e rapido riconoscimento dell’indennità di pronto soccorso, limitando le fughe di personale e rendendo più attrattiva un’area decisamente in sofferenza, anche se non l’unica, del nostro Sistema Sanitario Nazionale.

Print Friendly, PDF & Email