Salute, nuova campagna di sensibilizzazione al II Policlinico di Napoli. Sal Da Vinci: “Una visita dermatologica può cambiare la vita”

Lunedì 30 gennaio, ore 12.00 in via S. Pansini 5, Edificio 10, nel reparto di Dermatologia e precisamente nella Biblioteca P. Santoianni del II Policlinico di Napoli, avrà luogo la nuova campagna per la prevenzione delle malattie dermatologiche 

Sal Da Vinci sarà il volto della nuova campagna di prevenzione e sensibilizzazione sulle malattie infiammatorie cutanee croniche dell’Unità operativa clinica di Dermatologia dell’Azienda ospedaliera Universitaria Federico II di Napoli. La presentazione ufficiale  lunedì 30 gennaio p.v., alle ore 12.00, nella Biblioteca P. Santoianni, Edificio 10, piano terra, via Sergio Pansini 5 (Policlinico Federico II)   con la partecipazione del cantante e attore e dei Prof. Gabriella Fabbrocini, direttore dell’Unità operativa clinica oltre che della Scuola di specializzazione in Dermatovenereologia dell’Azienda ospedaliera universitaria Federico II di Napoli, e Massimiliano Scalvenzi.

Sono molte le patologie dermatologiche che impattano sulla qualità della vita dei pazienti per le quali sono fondamentali adeguata prevenzione, diagnosi precoce e terapie idonee“, spiega la Prof. Gabriella Fabbrocini, ideatrice della campagna curata dall’area scientifica del suo team.  Per richiamare l’attenzione sulla necessità di non sottovalutare sintomi e segnali di possibili malattie della pelle, ad iniziare dalla dermatite atopica, sarà Sal Da Vinci a prestare il suo volto a spot e cartelloni dopo Anna Tatangelo, volto della campagna 2020-2022 per la prevenzione e diagnosi precoce del melanoma. “Le patologie dermatologiche colpiscono indipendentemente da età e genere. E’ necessario prestare attenzione ai campanelli d’allarme ma anche sapere come detergere ed idratare o nutrire la propria pelle in maniera corretta – dice la Prof. Fabbrocini – Troppo spesso si sottovalutano secchezza cutanea, prurito ed eczemi, che invece possono essere indice di malattie infiammatorie sistemiche come la psoriasi,  o ci si arrende davanti alla caduta dei capelli mentre l’alopecia areata può essere contrastata efficacemente con idonee terapie basate su farmaci di ultimissima generazione“.

Print Friendly, PDF & Email