Il Governo Meloni ha giurato: giornata storica per l’Italia

22 ottobre 2022: è un giorno storico. Nasce ufficialmente il governo Meloni, governo di centrodestra ma soprattutto il primo governo che porta alla guida della Nazione la prima donna Premier della storia repubblicana.

Dalle 9:00 di questa mattina i ministri del governo Meloni si sono presentati al Quirinale per il giorno del giuramento davanti al presidente della Repubblica, Sergio Mattarella.

Accompagnati dalle loro famiglie, il primo ministro ad arrivare al Colle è stato Gennaro Sangiuliano, scelto dalla Meloni per guidare il dicastero della Cultura. Poi Anna Maria Bernini, ministro per l’Università, Daniela Santanchè, ministro del Turismo, Giuseppe Valditara che andrà al ministero dell’Istruzione e Merito. Al Quirinale anche Luca Ciriani, ministro dei Rapporti con il Parlamento, la neo ministra del Lavoro, Marina Calderone. Al Colle anche Roberto Calderoli designato per gli Affari Regionali e Francesco Lollobrigida neo ministro dell’Agricoltura e sovranità alimentare. Poi è stato il momento di Matteo Salvini, vicepremier e ministro delle Infrastrutture, e dei tre ministri della Lega Roberto Calderoli, ministro per gli Affari Regionali e autonomie, Alessandra Locatelli ministro per la Disabilità e Giancarlo Giorgetti, ministro dell’Economia e delle finanze. Poi è stato il momento del ministro degli Esteri e futuro vicepremier Antonio Tajani. Poco prima di lui a fare il loro ingresso erano stati Gilberto Pichetto Fratin ministro della Pubblica Amministrazione, Elisabetta Alberti Casellati, ministro per le Riforme. Al Colle anche il ministro della Giustizia Carlo Nordio, Guido Crosetto a guida del dicastero della Difesa, Eugenia Roccella ministro della Famiglia e natalità. Poco dopo è stato il momento di Adolfo Urso, neo ministro delle Imprese e del made in Italy e per ultimo Sebastiano Musumeci, ministro del Sud e delle politiche del mare. Alla fine è arrivato anche il compagno della premier Meloni, Andrea Giambruno, con la loro figlia, Ginevra.

Familiari e Ministri sono stati accolti, dopo una breve sosta nella sala di Rappresentanza, nel salone delle Feste, nell’attesa dell’arrivo del presidente del Consiglio incaricato e del presidente Mattarella.

Alle 10:04 è entrata nel cortile del Quirinale l’auto con a bordo Giorgia Meloni, accolta subito nello studio alla Vetrata da Mattarella. Poi finalmente c’è stato il momento delle firme.

“Giuro di essere fedele alla Repubblica, di osservare lealmente la Costituzione e le leggi e di esercitare le mie funzioni nell’interesse esclusivo della Nazione”.

Questa è stata la formula di rito, ripetuta, prima delle consuete firme, sia dalla premier Meloni che dai 24 ministri dopo di lei.

Una piccola parentesi sul cambiamento di alcuni nomi dei ministeri: sicuramente si tratta della fotografia, del sentiment e del modo in cui vedono la nostra Nazione il premier e il nuovo governo.

Dopo la foto di rito della squadra di governo con il presidente Mattarella, la parte istituzionale ha lasciato poi spazio ad un brindisi tutti insieme, prima dell’uscita ufficiale dal Quirinale, del nuovo premier Meloni.

Ricordiamo, inoltre, che domani, domenica 23 ottobre, alle 10:30 a Palazzo Chigi, si terrà la tradizionale cerimonia del passaggio di consegne tra il presidente uscente, Mario Draghi, e il presidente del Consiglio dei ministri, Giorgia Meloni. Al termine della cerimonia, alle 12:00, si terrà già la prima riunione del Consiglio dei Ministri.

Print Friendly, PDF & Email