West Nile Disease, l’Asl di Caserta istituisce una task force per contenere l’infezione

ph. Ansa

Nelle ultime ore il personale del servizio veterinario dell’Asl di Caserta ha accertato la presenza di alcuni cavalli ed alcuni volatili positivi alla “West Nile disease” nel territorio del Comune di Castel Volturno (Caserta).

Il sospetto si è avuto dal decesso di un cavallo su cui è stata eseguito l’esame autoptico. La West Nile è una malattia virale trasmessa generalmente dalle zanzare comuni che può  però colpire anche l’uomo. L’azienda sanitaria, per adottare tutti i provvedimenti necessari al contrasto della patologia, ha istituito una task force composta dai responsabili dell’area medica e veterinaria. Si è già proceduto a sottoporre a test tutti i cavalli ed i polli dell’allevamento dove sono stati riscontrati i primi casi, a disporre la pulizia e disinfestazione del posto e si stanno mettendo a dimora le trappole per verificare il grado di infezione delle zanzare del luogo.

Anche il centro trasfusionale della Asl sta applicando le misure di controllo previste in tali casi, come la verifica della eventuale presenza del virus nel sangue donato, come dichiarato dal direttore dell’asp di Caserta  Amedeo Blasotti: “Si stanno mettendo a dimora le trappole per verificare il grado di infezione delle zanzare del luogo. Anche il centro trasfusionale sta applicando le misure di controllo previste in tali casi, come la verifica dell’eventuale presenza del virus nel sangue donato. Al fine delle prevenzione della malattia, si consiglia l’uso di repellenti fino ad almeno all’arrivo della stagione invernale”.

 

Print Friendly, PDF & Email