Napoli, si rinnova il prodigio della liquefazione del sangue di San Gennaro

L’annuncio è arrivato presto, alle 9:26 nel Duomo gremito di fedeli, con lo sventolio del fazzoletto bianco di un membro della Deputazione di San Gennaro e le parole dell’arcivescovo di Napoli don Mimmo Battaglia: «Il segno del sangue, ancora una volta»

La tradizione vuole che il ripetersi del miracolo sia un segno di buon auspicio per Napoli e la Campania.

«Sono cattolico e ho grande fede – ha detto il sindaco Gaetano Manfredi e credo che San Gennaro rappresenti oltre che un grande esempio di religiosità anche un punto di riferimento laico per la città: in lui si sono riconosciuti tutti i napoletani indipendentemente dal credo ed è molto importante. Basta venire qua e si capisce perché c’è tanta fede in San Gennaro».

Print Friendly, PDF & Email