Energia, Troiano (Misto): “Indipendenza energetica fattore alfa della nostra democrazia”

“L’energia è il tema dei temi sul quale siamo tutti chiamati a riflettere con grandissima attenzione e senso di responsabilità. Polemizzare sulle cose non fatte o fatte male serve a poco, i cittadini chiedono risposte e la politica ha il dovere di organizzare le risposte alle legittime attese dei cittadini”. Così, l’On. Francesca Troiano intervenendo al convegno che ha organizzato su ‘Autonomia e indipendenza energetica: la sfida in campo a cui hanno partecipato tra gli altri Chicco Testa e Alfonso Pecoraro Scanio.

“Il convegno di oggi propone una riflessione a più voci – ha puntualizzato l’On. Troiano – Istituzioni locali, imprenditori, opinion leader, politici. Il tema centrale è quello euromediterraneo non solo dal punto di vista energetico: il Mediterraneo è la vera sfida politica che l’Italia e l’Europa devono vincere insieme. E un’attenzione preziosa la rivolgiamo anche alle aree interne dell’Appennino italiano con i piccoli Comuni, vero motore dello sviluppo eolico realizzato in questi due decenni e dove vige il tema di regole da condividere e armonizzare poiché, sappiamo, Regione che vai regole energetiche che trovi. A questo si collega inevitabilmente -ha proseguito-  il discorso circa le iniziative concrete e realizzate nei piccoli Comuni del Sud in particolare l’esperienza delle CER (Comunità energetiche rinnovabili) che parte dai piccoli Comuni del Mezzogiorno e il cui sistema territoriale, ricco di alleanze, fa del vento e del sole una grande ricchezza sociale perché l’energia diventi sempre più comunità, patrimonio da condividere, ricchezza realizzata ed equamente redistribuita”.

E ha poi concluso “I Sindaci, i Comuni , le imprese, i cittadini sono tutti loro il vero pilastro sul quale edificare il futuro energetico e rinnovabile. La sfida energetica è davanti a noi, l’autonomia è possibile perché solo l’indipendenza energetica ci rende davvero liberi nel contesto planetario. Quindi, indipendenza energetica come fattore alfa della nostra democrazia”.

Print Friendly, PDF & Email