Maradona, grande successo per la partita nel fango ed il centravanti in giacca e cravatta al Maschio Angioino di Napoli

Ph. Istituzioni24

Nella spettacolare cornice dell’antisala dei Baroni del Maschio Angioino di Napoli si è svolto l’evento in onore di Diego Armando Maradona con la proiezione del docufilm “La partita nel fango” della giornalista Mediaset Gabriella Simoni ed il libro “Il centravanti in giacca e cravatta” di Tommaso Mandato edito Homo Scrivens

Ad introdurre i lavori lo scrittore Maurizio De Giovanni, il quale ha sottolineato l’importanza del “pallone” e non del calcio odierno che ha per Napoli questo sport ed il meraviglioso contributo che il Pibe de oro ha dato alla Città. Subito dopo ha preso la parola l’ex Presidente della SSC Napoli, Corrado Ferlaino, colui il quale portò a Napoli il più forte calciatore del mondo, Diego Armando Maradona. Ferlaino ha raccontato dell’episodio della partita del fango che ricordiamo fu la partita giocata in beneficenza da Maradona e che pertanto risultava esonerato dall’assicurazione. Viva fu la preoccupazione del Presidente che ha evidenziato come “lo volesse tenere in una campana di vetro, altrimenti: addio trofei. Ma giammai ha impedito al Campione di poter esibire la “Sua umanità anche fuori dal campo”.

Tommaso Mandato nell’introduzione ha dichiarato che “Quello che è stato riportato in questa proiezione è un’emozione di quella giornata indimenticabile”. “Noi – ha proseguito – conosciamo tutto del Maradona calcistico, mentre in questo docufilm viene evidenziato il valore dell’Uomo Maradona, i valori sociali che egli ha trasmesso attraverso questa partita in quanto, nonostante tutto ha rischiato tantissimo per la Sua carriera giocando su un campo fangoso, ma non si è tirato indietro davanti ad un’opera di beneficenza”.

Il dibattito è stato alternato con la prima parte della “Partita del Fango”, nome dato dall’autrice Gabriella Simoni proprio dalle condizioni del terreno in cui versava il campo di Acerra, dove oggi sorge un bellissimo Parco, con gli interventi dei testimoni. Simoni ha dichiarato che non sono state poche le difficoltà per la realizzazione del docufilm, soprattutto “per la litigiosità tra alcuni protagonisti del docufilm”, ma che è riuscita a dribblarle e portare a compimento l’opera. “Questo docufilm, nasce dall’idea di voler mettere insieme i ricordi di quella partita un pò sparpagliati tra i vari testimoni e regalare alla Città di Napoli un ricordo unico di quella giornata con la voce dei protagonisti”.

Intervenuta all’evento anche l’assessore allo Sport del Comune di Napoli Emanuela Ferrante, la quale ha ricordato alla platea la Sua emozione nel vedere Diego Armando Maradona giocare a calcio ed ha ribadito “il Suo impegno anche per le strutture sportive che sono importanti in termini socio-educativi per gli scugnizzi della città partenopea”.

Tra gli altri intervenuti si annoverano, l’avvocato Luigi Ferrante, la scienziata di fama mondiale la professoressa Annamaria Colao, l’attrice Nunzia Schiano, gli ex calciatori Azzurri Antonio Carannante e Pietro Puzone, l’editore di Homo Scrivens Aldo Putignano.

A condurre l’evento Paquito Catanzaro.

Tommaso Mandato a margine dell’evento ed in esclusiva ai microfoni di Istituzioni24 ha dichiarato. “Sono davvero felice per la rouscita dell’incontro, vedere tanti Amici. Quasi emozionarsi nel rivedere il filmato di quella storica partita giocata da Diego. Mi ha dato la conferma che – sottolinea –  quando ho proposto a Gabriella Simoni di Mediaset, di riproporre il docufilm abbinandolo alla presentazione del mio libro, avevo visto giusto perché c’è ancora tanta voglia di conoscere particolari e qualità dell’Uomo Diego”.
“Replicheremo – ha concluso Mandato – l’incontro proprio ad Acerra nel prossimo mese di marzo”.

Infatti, il prossimo evento per il tandem “La partita nel fango” ed “il centravanti in giacca e cravatta” è previsto per il prossimo 18 marzo ad Acerra, data e luogo proprio della partita di beneficenza giocata da Diego Armando Maradona.

Print Friendly, PDF & Email