Sanità in Campania, Pierro (Lega): “Riaprire reparto Reumatologia dell’Ospedale di Scafati”

Il consigliere regionale della Lega Attilio Pierro ha presentato Interrogazione a risposta scritta per chiedere «Chiarimenti sulla chiusura del reparto di Reumatologia dell’Ospedale di Scafati (SA)»

Il Presidio Ospedaliero “Mauro Scarlato” di Scafati è da sempre un punto di riferimento per i pazienti di un’area densamente abitata che copre, oltre a Comuni dell’Agro Nocerino-Sarnese, ampie zone del napoletano. Tra i 4 Dipartimenti attivi, spicca per ampiezza dell’offerta, quello di “Medicina generale, lungodegenza e riabilitazione”, grazie a ben 8 tra le Unità Operative Complesse e Unità Operative Semplici Dipartimentali.

“Dall’inizio della Pandemia da Coronavirus  – spiega Pierro – il reparto di Reumatologia, che era pronto per essere inaugurato, è stato adibito a servizio di somministrazione di anticorpi monoclonali, al pari degli altri reparti. La chiusura dell’U.O.S.D. Reumatologia ha comportato un grave rallentamento delle terapie programmate che sono state rinviate senza alcuna indicazione sul dove e sul quando verranno riprese, atteso che l’Ambulatorio è servito da 2 medici e altrettanti infermieri ed è aperto solo al mattino e nei giorni feriali”.

“La chiusura prolungata  – denuncia l’esponente della Lega nell’interrogazione rivolta al presidente De Luca – oltre che ad aggravare le condizioni di vita di pazienti affetti, tra l’altro, da patologie autoimmuni, crea conseguenze gravi sul rispetto dei LEA”.

“Chiedo con urgenza di comunicare quanto prima i tempi stimati per la ripresa delle attività di cura presso il Reparto di Reumatologia dell’Ospedale di Scafati”, conclude il consigliere regionale della Lega Attilio Pierro. 

Print Friendly, PDF & Email