Ritorna la serie “Lampadino e Caramella”: il cartoon senza barriere dedicato anche ai bambini con disabilità

Torna a metà Febbraio 2021 su Rai Yoyo (on-demand su Rai Play) il cartoon “Lampadino e Caramella” con 20 nuovi episodi della seconda stagione.

La serie è dedicata anche ai bambini con disabilità e, fin dalla prima stagione, ha aperto una strada innovativa nel mondo dei cartoon: un programma rivolto a bimbi tra i due e i sei anni non solo normodotati, ma anche ipo e non vedenti, non udenti e autistici.

Un cartone animato inclusivo per eliminare ogni barriera e preconcetto, per aprire la strada ad “un’animazione che si integra con il linguaggio dei segni e con il racconto” , come spiega Luca Milano, direttore di Rai Ragazzi.

La serie, prodotta con Animundi, è nata da un’idea della casa editrice per l’infanzia Puntidivista e realizzata con metodologia CartoonAble; i dati d’ascolto della prima stagione hanno visto picchi di 300mila spettatori a episodio.

I protagonisti sono i due fratellini Lampadino e Caramella che accedono il MagiRegno degli Zampa varcando una quercia magica.

Qui incontrano animali e piante fatate con i quali affrontano un tema differente per ogni episodio, trattando i temi di inclusione, rispetto e uguaglianza e come sarà la realtà da grandi. 

Una delle caratteristiche di questo cartoon sono i doppiatori: stilisti e sportivi, rock star e scrittrici, che si sono immersi nei ruoli, entusiasti del progetto.

Una carta vincente quella della  specularità tra le voci di personaggi noti di ogni settore per doppiare i loro corrispettivi animati, quasi degli avatar creati appostitamente.

Sono ben 28 le “guest voices” protagoniste, tra queste quelle di Gianna Nannini che dà voce a Billie lo scoiattolo volante, Giancarlo Fisichella, Gianka il ghepardo.

Arturo Brachetti è un camaleonte, mentre l’attore Giorgio Lupano è Pingio il pinguino,

Presenti per la seconda volta in veste di doppiatori Vladimir Luxuria e Guillermo Mariotto, rispettivamente giraffa e puzzola, ed altri sono al debutto come: il Mago Forest, il regista Pino Strabbioli e l’attore Enrico Ianniello.

E ancora: Carolyn Smith, BB Glam la cagnolina terrier, e un entusiasta Amadeus, l’armadillo Armadillus.

Dal basket il cestista Marco Belinelli e l’allenatore Frank Vitucci.

In omaggio a Renzo Arbore è il personaggio di Arborio il polpo, il direttore del Museo della Scienza e Tecnologia di Milano Fiorenzo Galli è il gallo Leo, mentre la scrittrice Chiara Gamberale è Albachiara, mamma koala.

 

Ma la vera sorpresa tra i doppiatori celebri è lui: Bruno Vespa che, nel MagiRegno è Bruno Canguro.

Eliminare le barriere, superare i confini ed abbattere i preconcetti si può e sin dall’infanzia, ed un cartone animato inclusivo apre la strada per farlo.

 

Print Friendly, PDF & Email