Manifestazione dei sindacati a Roma, parlano i segretari generali di Cgil-Cisl-Uil

Ph. Pasquale Gargano per Istituzioni 24

“Mai più fascismi: per il lavoro, la partecipazione, la democrazia”. E’ lo slogan della manifestazione nazionale indetta ieri da Cgil, Cisl e Uil a piazza san Giovanni a Roma; in seguito al recente assalto alla sede della Cgil, guidato da esponenti neofascisti di Forza Nuova.

“Questa piazza parla a tutto il Paese. È una risposta che parla da sola, che dice che tutta Italia che vuole cambiare questo Paese, che vuole chiudere con la violenza politica. Ma anche che vogliamo essere protagonisti del cambiamento economico. Tutto il governo assuma questa sfida e apra una fase di cambiamento sociale del Paese”. Lo ha detto il leader Cgil Maurizio Landini dal palco della manifestazione, alla quale hanno partecipato più di 100mila persone. “Le organizzazioni fasciste devono essere sciolte – ha aggiunto – : si passi ora dalla solidarietà ad azioni concrete. Lo Stato dimostri la sua forza democratica nel far rispettare leggi e applicare la Costituzione”.

“Questa è una manifestazione che difende la democrazia di tutti. Questo è il tema”; ha aggiunto il segretario Landini, arrivando al corteo in risposta alle parole del segretario della Lega, Matteo Salvini. Un messaggio poi ribadito durante l’intervento sul palco. “L’attacco alla Cgil – ha detto – è in realtà un attacco alla dignità del lavoro di tutto il Paese. E noi siamo qui non per difendere qualcuno ma per difendere la democrazia e per estenderla”.

Ph. Pasquale Gargano per Istituzioni 24

Di difesa della democrazia ha parlato anche il segretario generale della Cisl, Luigi Sbarra, intervenendo dal palco della manifestazione. “Con l’attacco squadrista alla sede della Cgil è stato colpito il sindacato e il mondo del lavoro” e questo “imponeva una sola scelta essere qui, uniti, contro tutti i fascismi, stare qui insieme con le nostre idee e proposte. Mi dispiace che qualcuno dissenta, ce ne faremo una ragione. Questa è una manifestazione autenticamente sindacale”. Sbarra ha poi richiamato la necessità “di procedere velocemente allo scioglimento delle organizzazioni neofasciste e neonaziste. L’arco parlamentare e costituzionale sia unito e deciso. È un passo doveroso”.

Ph. Pasquale Gargano per Istituzioni 24

“Noi abbiamo invitato tutti. Lo slogan della piazza è l’antifascismo, democrazia e lavoro. Pensavamo potessero essere degli slogan sui quali potessero ritrovarsi tutti”, ha commentato il segretario della Uil, Pierpaolo Bombardieri, prima dell’inizio della manifestazione. “Questa è una piazza democratica, una piazza che unisce. Da qui vorremmo lanciare un augurio: che da oggi riparta un nuovo percorso unitario per ricostruire il Paese”.

Print Friendly, PDF & Email