“La festa della Scuola” ad Ascoli Piceno: ecco il programma

“La Scuola Secondo me”. Potrebbe essere il titolo di un libro, ed esprime nei fatti un desiderio recondito, un sogno, un obiettivo spesso coltivato da chi vive la scuola. Nasce da questa semplice frase “La festa della Scuola”, un evento culturale organizzato da Massimo Arcangeli, responsabile dell’associazione La Parola che non Muore, in collaborazione con l’associazione La Voce della Scuola di Diego Palma. La Festa della Scuola, aperta alla partecipazione di tutti e di cui è in preparazione il sito (www.lafestadellascuola.it), si terrà il 1°, il 2, il 3 settembre 2021 ad Ascoli Piceno. Vi chiediamo di partecipare. Sarà una preziosa occasione per poterci conoscere, per poterci confrontare, per poter immaginare e progettare insieme la scuola di domani. Questi i temi principali al centro della manifestazione: una politica per la scuola; un manifesto per la scuola futura; i docenti precari, “ingabbiati” e “immobilizzati”; trasparenza, sicurezza, programmazione e dispersione scolasticainclusione e bisogni “speciali”didattica, cultura scolastica, saperi disciplinari.

All’evento prenderanno parte docenti, studenti, famiglie, gruppi di coordinamento e associazioni di categoria, sindacati, giornalisti e rappresentanti della politica. Il nostro principale obiettivo, perché la scuola esca dal suo isolamento, è di progettare la scuola di domani partendo dai problemi del presente, di lavorare tutti insieme per la ricostruzione di un sistema scolastico che valorizzi il lavoro degli insegnanti, che ne riconosca e ne salvaguardi la professionalità, che metta in primo piano i nostri ragazzi e le nostre ragazze. Una scuola unilaterale, separata dalle vite dei giovani, ne favorisce la dispersione; una scuola che coinvolga attivamente gli studenti al fine di contribuire a migliorarla li richiama invece a sé, e quegli studenti così non si perderanno (né oggi, a scuola; né domani, all’università o nel mondo del lavoro). Solo così si può puntare seriamente a una scuola che, anziché essere considerata un costo, possa rappresentare per lo Stato italiano, come per qualunque nazione abbia a cuore l’istruzione, la formazione e l’educazione alla cittadinanza, il suo più grande investimento. Una scuola che riparta dalla cultura, il vero capitale da tutelare e incrementare.

Per info contattimaxarcangeli@tin.itredazione@lavocedellascuolalive.it

 La manifestazione

 PROGRAMMA

1° settembre

Palazzo dei Capitani del Popolo, Sala della Ragione

Ore 14.30 Saluti istituzionali

Barbara Floridia, sottosegretario alla Pubblica Istruzione

Rossano Sasso, sottosegretario alla Pubblica Istruzione

Donatella FerrettiAscoli candidata a capitale italiana della cultura per il 2024

Ore 15.30 Michele Zannini e Gioconda MartucciConcorsi e accesso ai ruoli. Il Comitato “Trasparenza è Partecipazione” e l’ultimo concorso per dirigenti scolastici

Coordina Aldo Torchiaro

 

Palazzo dei Capitani del Popolo, Sala della Ragione

 Lavoro, editoria e nuovi modelli didattici

Ore 16.30 Cosimo ForleoConoscenze vs competenze. Discipline e classi di concorso

Ore 16.45 Uniti per la scuolaTavola rotonda. Andrea De Giorgi (Cobas), Salvatore Inglima (Cisl), Marcello Pacifico (Anief), Manuela Pascarella (Fil Cgil), Fabrizio Reberschegg (Gilda), Irene Tempora (Snals), Pino Turi (Uil Scuola),Ornella Cuzzupi (Ugl)

Modera Gioacchino Onorati

Ore 17.30 Adotta un precario. Le associazioni. Tavola rotonda. Marco Di Martino (ALS), Alessandra Gammino (ANLI), Anita Pelaggi (CNPS), Maria Serrone (ALS)

Modera Diego Palma

Ore 18.00 Stefano Della PostaMaria Elena GravianoAlessandro Maiorana, Alla faccia della meritocrazia. Gli “ingabbiati”

Ore 18.30 Trifone Gargano“Disingabbiare” i classici. Proposte per una nuova didattica della letteratura

Pausa cena

Teatro Ventidio Basso

Il presente nel futuro, il futuro nel passato

Ore 21.00 Lucio RussoPerché la cultura classica. La risposta di uno scienziato. Introduce Gino Troli

Ore 21.30 Giancarlo Visitilli“È bravo ma potrebbe fare di più” ovvero “Ha le capacità ma non le sfrutta”

Ore 22.00 Lamberto GianniniUp & Down”. Un film normale

Premio speciale per giovani “speciali”

Premia Marco Fioravanti

2 settembre

Palazzo dei Capitani del Popolo, Sala della Ragione

Per una scuola nuova. Proposte e strategie

Ore 15.00 Salvatore IannoneGiuseppe PellegrinoLa scuola a misura di apprendente: la Consulta provinciale degli studenti

Ore 15.30 Scuola, università, informazione. Tavola rotonda. Roberta Balzotti (Giulia Giornaliste), Felice Manti (“Il Giornale”), Laura Margottini (“Il Fatto Quotidiano”), Andrea Scarpa (“Il Messaggero”)

Modera Massimo Arcangeli

Ore 16.30 Doriana D’Elia e Margherita Stimolo, Lavoro o famiglia? I docenti “immobilizzati” e “abilitati e vincolati”

Ore 17.00 Carla SambrottaSapere, saper fare, saper essere

Ore 17.30 Anna AngelucciLa classe come “comunità ermeneutica”. Il dialogo sul testo e l’educazione al mondo

Ore 18.00 Sara CencettiA. Valeria SauraL’Accademia della Crusca per la scuola. Strumenti per la didattica dell’italiano: dizionari e risorse in rete

Ore 18.30 Giorgio Ragazzini, L’importanza educativa della fiaba

Pausa cena

Teatro Ventidio Basso

Classici e moderni. Lingua, musica, letteratura

Ore 21.00 Ivano DionigiSegui il tuo demone. A tu per tu con i classici

Ore 21.30 Francesco Sabatini, Plurilinguismo e centralità della lingua 1

Ore 22.00 Ernesto AssanteNon sono solo canzonette. La musica “leggera” sul tema della scuola

3 settembre

 Palazzo dei Capitani del Popolo, Sala della Ragione

L’organizzazione, la programmazione, le sfide didattiche

Ore 10.00 Lello VoceUn Manifesto per una scuola della felicità

Ore 10.30 Investire nella scuola. Didattica, formazione, programmazione. Tavola rotonda. Ella Carmela Bucalo, Flora Frate, Bianca Laura Granato, Riccardo Nencini, Mario Pittoni, Francesco VerducciUna politica per la scuola

Modera Valentina Santarpia (“Corriere della Sera”)

Ore 11.30 Rosanna FanzoLa musica a scuola. Una rivoluzione endogena

Ore 12.00 IdeaScuola. La scuola in sicurezzaTavola rotonda. Rocco Davide Guerra, Alessandro Ferretti, Luigi Moccia, Vincenzina Salvatore

Coordina Stefania Sambataro

Ore 12.30 Clorinda RazzinoUn incontro tutto “speciale”

Ore 13.00 Premiazioni

Lancio del premio letterario La festa della Scuola. Premiazioni per il miglior progetto didattico sperimentale. Premio all’insegnante dell’anno e all’alunno dell’anno. Premio speciale per giovani “speciali”

Premia Lucia Albano

Coordina Corrado Zunino (“la Repubblica”)

Palazzo dei Capitani del Popolo, Sala della Ragione

Tutela del territorio, professione insegnante, didattica a distanza

Ore 15.00 Le piccole associazioni sindacali a supporto territoriale. Tavola rotonda. Davide LercaraAdele Sammarro e Francesco Tulone (Confasi Nazionale), Antonio D’Ascoli Giacomo Vitale (Adesso Scuola)

Modera Massimiliano Bellavista

Ore 15.30 Antonio De Nigris, Roberta Falagiani Benini, Carmelo Ficara, Renato Imbriani, Angela LorittoANAPS. Professione insegnante: il merito e l’esperienza didattica a distanza

Modera Giulia Menzietti

Ore 16.30 Rita BiganzoliRaffaela CastrignanòCarlo MontanariIl gruppo Abacus: i pionieri italiani dell’e-learning

Ore 17.00 Aldo Domenico Ficara, Divulgare un progetto didattico: dal self publishing al social network

Ore 17.30 Paola GrilloLa scuola si racconta. Il “kintsugi”, ovvero l’arte di curare le ferite

Ore 18.00 Fare il dirigente scolastico in tempi di emergenza sanitaria. Tavola rotonda. Rosanna Moretti, Marco Saccucci Sabrina Morrea, Sabrina Vallesi. Coordina Arturo Verna

Ore 19.00 Gli invisibili. Gli insegnanti si raccontano

Inoltre il seminario, di 20 ore, rientra nell’ambito della Formazione docente; l’Ass. “Per la scuola della Repubblica” è ente accreditato del M.I. e il personale della scuola è esonerato, ai sensi, del CCNL vigente, dal servizio e verrà rilasciato attestato di partecipazione ( a chi ha partecipato ad almeno due giorni). Per iscrizione sulla piattaforma SOFIA Codice 62276. Per preiscrizioni del personale a tempo determinato e per eventuali informazioni è possibile telefonare al (347/9421408 Cosimo Forleo). Verrà rilasciato attestato di partecipazione anche agli studenti e alle studentesse.

Print Friendly, PDF & Email