Scuola, Sasso: “Dati Eurispes stimolo a fare ancora di più su inclusione, con la Lega al governo maggiore attenzione sul tema”

“I dati dell’Eurispes confermano ciò che abbiamo potuto osservare nel corso di un anno scolastico profondamente segnato dalla pandemia: gli studenti con disabilità o con bisogni educativi speciali hanno pagato un tributo umano, sociale e culturale altissimo, ai limiti del sopportabile. Ecco perché ci siamo battuti strenuamente affinché quelle ragazze e quei ragazzi, con tutte le cautele del caso, potessero proseguire a frequentare le lezioni in presenza insieme ad alcuni compagni di classe. Abbandonarli in aule vuote o relegarli per mesi dietro a un computer avrebbe costituito un grave pregiudizio per un percorso formativo che è già di per sé più delicato e complesso”. Lo dichiara Rossano Sasso, sottosegretario del ministero dell’Istruzione.

“Alcune realtà territoriali e scolastiche – prosegue – hanno incontrato qualche difficoltà a rimodulare efficacemente l’offerta didattica nella fase emergenziale, ma nel complesso la disponibilità dei dirigenti, degli insegnanti e di tutto il personale è stata massima. Un grande sforzo collettivo che ha contribuito a rendere meno impattante il ricorso forzato alla didattica a distanza. Con l’ingresso della Lega nel Governo di unità nazionale, poi, l’attenzione sul tema dell’inclusione è aumentata notevolmente: basti pensare all’ottimo lavoro che sta svolgendo la senatrice Erika Stefani alla guida del ministero per le Disabilità, la cui creazione è stata fortemente voluta dal segretario federale Matteo Salvini”.

“L’imperativo – conclude Sasso – è di lavorare con ancora maggiore impegno per rendere sempre più effettiva l’inclusione nella scuola e in tutte le realtà educative, sociali e produttive del Paese”.

Print Friendly, PDF & Email