Giustizia, Laboccetta (Polo Sud): “Assordante silenzio Mattarella, Ermini e Anm su partecipazione Magistrati a convegno Pd a Napoli”

“Si sa che da tempo vado sollecitando il Giudice Catello Maresca, ottimo magistrato Antimafia, che nella sua carriera ha raggiunto brillanti risultati nell’azione di contrasto verso le organizzazioni criminali, affinché sciolga la riserva su una ipotesi di sua candidatura come Sindaco al Comune di Napoli. E mentre sembra, che finalmente il Dottor Maresca stia per effettuare il grande passo, che può piacere o meno, ecco che il PD napoletano organizza per domani 15 aprile una tavola rotonda che mi lascia perplesso per una straordinaria partecipazione. L’incontro sarà introdotto dal Giudice Paolo Mancuso, buon magistrato, anche se da sempre schierato politicamente. Moderato dalla brava Conchita Sannino di Repubblica, e come relatori, tra gli altri il grande Giudice Franco Roberti e addirittura il Procuratore Nazionale Antimafia, attualmente in carica, il Dottor Federico Cafiero De Raho”.

Lo dichiara in una nota l’ex Deputato di Napoli Amedeo Laboccetta, già componente la Commissione Bilaterale Antimafia nella sedicesima Legislatura.

“Ho grande stima e rispetto di tutti i partecipanti alla tavola rotonda. Ma una domanda mi sorge legittima. Non hanno nulla da dire CSM, ANM, Ministro della giustizia? È opportuno, normale che il vertice della Procura Nazionale Antimafia in carica faccia il relatore ad un incontro di partito? In questo caso il PD. So bene che ai Magistrati piace far domande, rientra nel proprio lavoro. E non amano dar risposte, se non nell’ambito ristretto dell’ordine giudiziario. Mi consentirà il Giudice Cafiero de Raho, ripeto ottimo magistrato, da semplice cittadino di fare una domanda. Egregio Signor Procuratore Antimafia se Berlusconi, Salvini e la Meloni, l’avessero invitata ad una Convention con bene in mostra i simboli di Forza Italia, della Lega e di Fratelli d’Italia Ella avrebbe partecipato? Avrebbe accettato l’invito vi fosse stato un moderatore come Sallusti, Feltri, Senaldi, Belpietro, Bechis, Minzolini, Porro o Gennaro Sangiuliano? Mi perdoni Signor Procuratore Nazionale Antimafia. Non consideri la mia domanda come una offesa, me ne guarderei bene, ho troppo rispetto per l’istituzione alla quale Lei appartiene, e per la Sua persona, ma gentilmente attendo, e credo a buon diritto una garbata risposta. Al convegno del PD manca solo il Dottor Nicola Gratteri per fare tombola. Mi auguro infine che nel Parlamento qualche mio ex collega trovi il coraggio di presentare sulla questione un atto di sindacato ispettivo, qualora tutto il tema da me sollevato dovesse rimanere nel silenzio. Ed inoltre, ultima curiosità, ma l’ottimo Dottor Federico Cafiero de Raho, parteciperebbe ad una tavola rotonda promossa dai quotidiani il Riformista e il Dubbio allargata ai radicali italiani? Basta con le domande. Ho osato già troppo. Ciò che sicuramente lascia perplessi è il silenzio disarmante del presidente e del vicepresidente del Csm, Mattarella ed Ermini ed ancora più tombale è l’assenza di qualsivoglia raccomandazione alla indipendenza della magistratura da parte del Presidente della Repubblica. Cui prodest?”, conclude Laboccetta.

Print Friendly, PDF & Email