CNG, #GenerazioneIT: oltre 300 giovani all’Assemblea Generale per definire le proposte per la ripresa dell’Italia

il Consiglio Nazionale dei Giovani ha lanciato #GenerazioneIT, documento di proposta formulato con il contributo delle organizzazioni giovanili italiane ed con la collaborazione della Fondazione Bruno Visentini, per la definizione di un Pilastro Giovani all’interno del PNRR, che contenga tutte le misure cosiddette “generazionali”, in accordo con le Linee Guida della Commissione Europea.

Il progetto è stato presentato ufficialmente sabato 11 aprile a Roma alle ore 12.00, proprio durante i lavori dell’Assemblea Generale del CNG tenuta online e aperta a tutti per l’occasione.

La Presidente del Consiglio Nazionale dei Giovani, Maria Cristina Pisani a tal proposito dichiara “Siamo molto soddisfatti per il proficuo confronto che, nell’ambito dell’Assemblea Generale del Consiglio Nazionale dei Giovani svoltasi sabato 10 e domenica 11 aprile, abbiamo avuto con il Ministro per le politiche giovanili, Fabiana Dadone, e con i tanti parlamentari dell’Intergruppo per l’equità intergenerazionale e le politiche giovanili che si sono resi disponibili a dialogare con più di 300 giovani collegati da ogni angolo d’Italia in rappresentanza di oltre 84 associazioni giovanili e ad ascoltare le loro proposte per il Piano nazionale di ripresa e resilienza all’interno di quattro workshop tematici di approfondimento”.

“Il mondo dell’associazionismo giovanile – prosegue Pisani – chiede al Governo che le proprie istanze siano rappresentate nel Piano che dovrà garantire il rilancio del Paese, di aumentare lo stanziamento e le progettualità per le giovani generazioni, oggi pari solo al 2% dell’intero Piano e di valutare una rimodulazione del PNRR che preveda un unico pilastro dedicato ai giovani, così come proposto dal CNG grazie ad un ampio processo partecipativo, in collaborazione con la Fondazione Bruno Visentini. Per questo, alle risorse già previste, proponiamo l’inclusione di quote da destinare ai giovani pari a 12,41 miliardi di euro necessarie per il raggiungimento di 28,72 miliardi di euro complessivi con un’incidenza sul totale pari al 12,83%: un dato in linea con altri Paesi europei che condividono con l’Italia lo stesso tasso di disoccupazione”.

“Siamo il primo Paese in Europa – sottolinea la Pisani – per numero di NEET e il terzultimo per il tasso di disoccupazione giovanile, salito a circa il 30%, quasi il doppio della media europea. Abbiamo un’opportunità unica per rimettere al centro dell’agenda politica i giovani e le loro prospettive future attraverso una loro partecipazione diretta, come auspicato anche dal Ministro Dadone che, in questi giorni, ha lanciato il questionario ‘Next Generation You’ con il fine di acquisire, direttamente dai giovani, elementi informativi utili a migliorare la progettualità delle azioni del PNRR dedicate alle nuove generazioni”. conclude la Presidente Pisani.

Alle parole della presidente si aggiungono quelle del Coordinatore dell’Assemblea del Consiglio Nazionale Giovani, Giulio Saputo, il quale dichiara: “Abbiamo ancora 20 giorni per fare la differenza e perché il governo ascolti le proposte che ha già illustrato la nostra Presidente. Il CNG ha dimostrato con questo straordinario esperimento di democrazia partecipativa che l’associazionismo giovanile italiano è più attivo che mai e che i ragazzi ci tengono a dialogare con le istituzioni e a mettersi in gioco per cercare di difendere il loro futuro”.

Perché quando parliamo di Next Generation Eu è a questo che dovremmo pensare.”, conclude Saputo.

Print Friendly, PDF & Email