Giulia Muscariello salva l’amica e perde una gamba. Mattarella la nomina Alfiere della Repubblica

Questa è la storia di un’amicizia tutta al femminile, quella tra Giulia e Chiara. Una storia che mette a tacere l’egoismo e fa parlare gli affetti sinceri. Una storia di generosità e di coraggio.

“Per il coraggio e l’altruismo mostrati nel momento drammatico in cui è stata investita da un’automobile fuori controllo. Grazie alla prontezza del suo gesto, l’amica più cara è riuscita a salvarsi. Su di lei invece l’incidente ha lasciato segni pesanti”.

Questa è stata la motivazione con cui Giulia Moscarella è stata nominata dal presidente Sergio Mattarella, Alfiere della Repubblica.

Lei, Giulia, 18 anni, di Cava de’ Tirreni in provincia di Salerno, ha saputo dal sindaco della sua città, che il presidente Mattarella le avrebbe conferito questo attestato d’onore, a lei e ad altri 27 ‘giovani eroi dell’era Covid’. Perché? Perché il 30 luglio scorso Giulia ha salvato la sua amica del cuore, Chiara. proteggendola da un auto in corsa che stava per schiacciarla.

Le due erano insieme a Nocera Inferiore (Salerno), stavano aspettando i genitori dopo una serata trascorsa insieme. Erano sedute su un muretto quando, proprio un momento prima dall’impatto, Giulia non ci ha pensato due volte e ha spinto Chiara facendosi prendere in pieno dall’auto. Poi la corsa in ospedale. È stata operata d’urgenza. Purtroppo la ragazza ha perso la gamba, stritolata durante l’impatto violento.

Questo attestato d’onore è stato conferito a tutti i ragazzi che nel 2020 si sono distinti “per l’impegno e le azioni coraggiose e solidali, e rappresentano, attraverso la loro testimonianza, il futuro e la speranza in un anno che rimarrà nella storia per i tragici eventi legati alla pandemia”.

Print Friendly, PDF & Email