Mandato nel Pallone | Napoli, la colpa è anche dei calciatori

Sono passate 24 ore, il tempo necessario per far assorbire almeno parzialmente l’adrenalina accumulata ieri nell’assistere ad una partita fra Sassuolo e Napoli che per un motivo o un altro, rimarrà nella storia della squadra azzurra. Una squadra, quella di quest’anno, davvero molto strana. Una squadra che è schiava dei suoi “pensieri”, una squadra che si perde nelle sue paure e soprattutto che mostra delle individualità con enormi difficoltà, spesso determinanti per le diverse (troppe) sconfitte di questa stagione.

Si è parlato tanto in queste settimane delle responsabilità dell’Allenatore, della sua incapacità tattica e gestionale, della mancanza di una vera identità di questa squadra, tante le accuse rivolte a Gattuso. Io sostengo che il mister non sia immune da colpe, ma ci sono diverse attenuanti che devono essere tenute in conto se lo si vuole giudicare. Innanzitutto l’anomalia di un campionato con tante partite ravvicinate, poi il susseguirsi incredibile di infortuni capitati a pedine inamovibili da anni (vedi Mertens, Fabian e Koulibaly) e prospetti su cui si è investito moltissimo (vedi Osimhen). Un ultimo punto che va messo in risalto è quello che se andiamo ad analizzare molte delle sconfitte subite, soprattutto le ultime, emerge con veemenza la responsabilità dei singoli.

È assolutamente ingiustificabile l’atteggiamento di alcuni calciatori che forse stanno subendo molto il contraccolpo psicologico di essere a scadenza di contratto (i vari Hysaj e Maksimovic) ed altri invece che non riescono più a nascondere le loro lacune tecnico-tattiche (Mario Rui e Manolas). Mancanza di concentrazione, errori banali, incapacità di leggere i vari momenti della partita, sono situazioni che purtroppo si stanno ripetendo con una certa continuità da diversi mesi.

In conclusione, credo che sia necessario sin da domenica prossima, vivere alla giornata senza fissare tabelle di marcia, cercando di massimizzare partita dopo partita una classifica mai come quest’anno particolarmente confusa soprattutto in zona Champions.

Print Friendly, PDF & Email