Roma, Sgarbi: “Referendum perché Ostia diventi Comune autonomo”

“Ostia deve diventare un Comune autonomo. Solo così la si può sottrarre all’incuria alla quale l’ha condannata la Raggi e la sua disastrosa amministrazione”, così esordisce Vittorio Sgarbi in un comunicato stampa. Lo storico e critico d’arte propone un nuovo sguardo alle periferie e alle frazioni del comune di Roma, per il quale punta a candidarsi a sindaco. Frazione, per l’appunto, come la località balneare di Ostia, che ritiene debba passare a Comune autonomo.

«I residenti – ha spiegato Sgarbi – da anni lamentano il disinteresse del Comune di Roma verso questa località. Ostia ha una peculiarità geografica e turistica che richiede una programmazione autonoma. La Raggi l’ha portata alla ribalta per la cronaca nera, utilizzando le vicende giudiziarie dei Casamonica e degli Spada, ma Ostia è anche archeologia, architetture civili e religiose, parchi naturali e urbani e bellissime spiagge. La sua forte economia turistica richiede autonomia gestionale. Da qui l’idea del referendum consultivo».

Print Friendly, PDF & Email