Scuola, nuove tecnologie per la didattica innovativa all’istituto Petronio di Monterusciello

Nuove tecnologie per la didattica innovativa al “Petronio”: 200 tablet e pc portatili, programmi, libri e vocabolari in distribuzione agli studenti all’alberghiero di Pozzuoli.

L’Istituto Petronio di Monterusciello sta dotando gli alunni di tablet, pc portatili, software, libri e vocabolari di italiano e lingue straniere. In questi giorni sono in consegna oltre duecento dispositivi di ultima generazione – tra cui i tablet con tastiera collegata con il sistema Bluetooth – che consentono di seguire agevolmente le lezioni da casa e interagire con i docenti. I dispositivi sono dotati di programmi utili agli alunni con disabilità: particolari software che aiutano gli studenti ipovedenti o con difficoltà ad usare mouse e tastiera.

Il dirigente scolastico Filippo Monaco: “si rinnova la dotazione per il nostro istituto e garantiamo il diritto allo studio degli alunni in difficoltà”

“Nonostante la pandemia – ribadisce – è necessario investire sul futuro dei nostri giovani e dotare il nostro istituto di attrezzature moderne senza lasciare nessuno indietro – spiega il professor Filippo Monaco, dirigente scolastico del Petronio – è il momento confermare che l’istituzione scolastica deve tendere all’accoglienza, andando incontro alle esigenze degli alunni e delle famiglie. Da oltre un anno la scuola sta vivendo un momento difficile, ma questo non ferma la necessità di garantire a tutti il diritto allo studio. Il personale scolastico sta compiendo uno sforzo notevole per poter seguire i ragazzi nonostante la pandemia che sembra non fermarsi. Molte famiglie hanno compreso la risposta che siamo riusciti a mettere in campo nonostante le avversità. Nel nostro istituto gli studenti si alternano: il 50 per cento in presenza e il resto segue da casa. Non tutti però hanno la possibilità di avere un dispositivo. Nelle settimane scorse abbiamo pubblicato un bando in cui abbiamo voluto dare priorità alle famiglie indigenti e a quelle con figli disabili. In questi giorni – afferma – stiamo procedendo con la distribuzione in comodato d’uso di pc e libri, come vocabolari e libri. Alla fine del percorso di studi gli strumenti ricevuti dovranno essere restituiti. Si tratta – conclude-  di un piccolo patrimonio tecnologico che potrà essere riutilizzato, una volta terminata l’emergenza, in attività didattiche innovative.”

Print Friendly, PDF & Email