Truffa WhatsApp: attenzione ai messaggi con codice a sei cifre

Alcuni utenti di WhatsApp, negli ultimi giorni, sono stati vittime di una nuova truffa. Un gruppo di hacker, ancora ignoto alla polizia postale, ha, infatti, utilizzato l’applicazione di messaggistica istantanea allo scopo di derubare identità e profili privati a chi cade nella trappola. In particolare, la truffa avviene con un codice di sei cifre inviato dagli stessi hacker.

Presentandosi come uno dei contatti già conosciuti e presenti nella rubrica del malcapitato da truffare, gli hacker gli rubano l’identità: ecco quanto risulta dalle segnalazioni delle forze dell’ordine. In particolare, l’utente da truffare viene contattato con il numero di una persona già salvata in rubrica, di cui si usano lo stesso nome e la stessa immagine del profilo. Successivamente, egli riceve un messaggio in cui gli viene spiegato che l’ account WhatsApp del finto contatto amico è stato bloccato a causa di un problema tecnico e viene chiesto un aiuto per risolvere l’inconveniente. A questo punto l’hacker richiede il codice di sei cifre che ha effettivamente provveduto a inviare inviato via sms, ma una volta ricevuta la sequenza esatta, con quei sei numeri prende possesso del dispositivo dell’utente truffato, blocca il suo profilo WhatsApp e lo usa a proprio piacimento per continuare la truffa.

La Polizia Postale sta consigliando a tutti gli utenti di qualsiasi servizio di messaggistica o applicazione social, di diffidare di tutti messaggi sospetti e di non cliccare su link ed evitare di fornire dati. Spesso infatti, dietro richieste del genere, si celano tentativi di phishing e truffe.

Print Friendly, PDF & Email