Giovanni Gozzini sospeso dall’Università di Siena per gli insulti misogini a Giorgia Meloni

Il professor Giovanni Gozzini, ordinario di Storia contemporanea all’Università di Siena, è stato invitato sabato pomeriggio come ospite su Controradio, storica stazione fiorentina ben orientata a sinistra. Doveva essere un confronto sulla delicata situazione politica, ma il suo intervento è degenerato in veri e propri insulti sessisti e maschilisti contro Giorgia Meloni, leader di Fratelli D’Italia. Gli insulti rivoltile sono andati ben oltre l’ambito politico: si è sentita chiamare “vacca”, “ortolana, “scrofa”.

Subito a difesa della Meloni si è schierato Giovanni Donzelli che ha anche affermato: «Come al solito gli intellettuali di sinistra predicano bene e razzolano male, dimostrandosi buoni a cavalcare le battaglie in difesa delle donne solo a corrente alternata. Chiediamo che l’Università di Siena sospenda il professor Gozzini: un personaggio del genere non può insegnare a Scienze politiche». Ad esprimere la sua indignazione è sopraggiunto il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, che ha mostrato la sua solidarietà nei confronti della leader di partito.

Lo storico ha tentato di calmare le acque, dichiarando: «Chiedo scusa per aver usato delle parole sbagliate. Sono pronto a porgere le mie scuse a tutti quanti, a Giorgia Meloni per prima e a tutte le persone che si sono sentite offese».

Tuttavia, da una recente nota dell’Ateneo, è possibile leggere che l’Università di Siena ha deciso di sospenderlo dalle attività didattiche cautelativamente, in attesa della pronuncia del Collegio di disciplina dell’Ateneo, che si riunirà prossimamente.

Print Friendly, PDF & Email