Arabia Saudita: ripristino delle relazioni diplomatiche con il Qatar

Importante punto si svolta in Medio Oriente. Dopo 3 anni di empasse, i Paesi del Golfo Persico hanno ripristinato i rapporti con Doha. Arrivata la firma dell’accordo tenuto questo martedì al vertice di Al-Ula, in Arabia Saudita.

La notizia è arrivata dal principe ereditario saudita, Mohammed bin Salman, posto alla presidenza del summit. I leader presenti al meeting hanno tutti concordato per la firma all’accordo di “solidarietà e stabilità”, ponendo fine alla disputa con il Qatar. La disputa nacque il 5 giugno del 2017, quando l’Egitto, l’Arabia Saudita, gli Emirati Arabi Uniti e Bahrain, accusarono il Qatar, di sostenere finanziariamente i gruppi terroristici, tra i quali, gli Hezbollah e Hamas, e di appoggiare l’Iran, il principale rivale di Riad, imponendo un embargo diplomatico, economico e logistico.

Cosa ha implicato l’accordo ? In primis, il principe ha ringraziato i due principali Stati mediatori della tensioni, il Kuwait e gli Stati Uniti. “Oggi abbiamo un disperato bisogno di unire i nostri sforzi per far fronte alle sfide che ci circondano”, ha dichiarato, riferendosi alle “minacce poste dal governo iraniano”, dal suo programma nucleare e missilistico. In una dichiarazione del Ministero degli Esteri egiziano, Sameh Shoukry, la mossa del Cairo, è da intendersi per l’inserimento nel “Quartetto arabo”.

La domanda è se la pace durerà o meno, o se sarà un semplice riavvicinamento di “facciata”. Al momento, i documenti ancora non sono resi noti, si tratta comunque di un risultato storico-politico rilevante con conseguenze su tutti i fronti. Se si pensa che il Regno Unito, oramai fuori dall’Europa, ha deciso di riaprire il suo spazio aereo e di aprire le sue frontiere terrestri e marittime al Qatar.

“Sulla base della proposta dello sceicco Nawaf, governatore del Kuwait, è stato deciso di aprire lo spazio aereo e le frontiere terrestri e marittime, tra il Regno dell’Arabia Saudita e lo Stato del Qatar, a partire da questa sera”, questo è quanto ha dichiarato, Ahmad Nasser al Mohammed al-Sabah, Ministro degli Esteri del Kuwait.

Print Friendly, PDF & Email