Toscana, Giani: la Regione si prepara alla riapertura

Secondo quanto ha dichiarato oggi il presidente della giunta regionale Eugenio Giani “La Toscana si sta preparando a riaprire, dando la possibilità ai negozianti di poter prendere un po’ di meritato ossigeno”.

Il dubbio che ha prevalso maggiormente riguarda la data precisa della ripresa, il 5 o il 6 dicembre. A porre la questione è Elisa Montemagni, presidente del gruppo Lega in Consiglio regionale.

Giani spiega che occorre tener conto delle indicazioni normative dell’attuale Dpcm: “sono precise e vincolanti: una volta assegnata la zona rossa, la Regione resta in tale zona per quattordici giorni, per poi passare alla valutazione dei dati da parte del Comitato tecnico scientifico e quindi al decreto del Ministro della Sanità, una volta sentito il presidente della Regione”.

La data di riapertura dipende, dunque, dall’andamento dei passaggi istituzionali ”anche se -ribadisce il governatore- con assoluto buon senso possiamo affermare che la Toscana, per i parametri, è in zona arancione e che da parte mia c’è tutta la disponibilità ad accelerare la riapertura”. Pertanto, si dice pronto a firmare l’ordinanza il prima possibile; riconosce fiducioso: “La situazione in Toscana, con il numero di contagi in diminuzione negli ultimi giorni, è sotto gli occhi di tutti”.

Per l’incontro in programma per domani, con il ministro degli affari regionali Francesco Boccia, Giani si propone di affrontare la questione dell’efficacia del Dpcm del 3 novembre scorso e allude alla possibilità di superare la logica dei quattordici giorni “così da poter di nuovo passare da zona arancione a gialla, in minor tempo, senza dare però la sensazione del liberi tutti, perché a ognuno di noi è richiesta la massima responsabilità”.

Print Friendly, PDF & Email