Covid 19 | Rino Rappuoli, direttore scientifico della divisione dei vaccini (GSK): ”Immissione di vaccini e anticorpi nella prima metà del 2021”

Nella sera tra il 25/10 e il 26/10 del corrente anno, il direttore scientifico della divisione dei vaccini (GSK) Rino Rappuoli, ospite della trasmissione “che tempo che fa” condotta da Fabio Fazio, dichiara: “entro la prima metà del 2021 avremo un immissione di vaccini e anticorpi, la cui disponibilità sarà via via crescente nella seconda metà del 2021”.

“Sarebbero quindi – prosegue il direttore – gli anticorpi monoclonari (sostanze naturali presenti nel sangue delle persone guarite dal covid-19), insieme ad un vaccino, il metodo che ci sarà proposto per prevenire o curare il coronavirus”.

“Gli anticorpi – spiega -, sarebbero stati ricavati dal sangue delle persone guarite dal covid-19, isolando le cellule che producono le difese naturali necessarie, e sarebbero stati distribuiti a livello industriale. “L’anticorpo in questione – sottolinea – avrebbe funzione immediata di protezione dalla durata di sei mesi per persone non contagiate, ed avrebbe inoltre funzione curativa per le persone contagiate. Si pensa a somministrare la cura attraverso l’uso dell’iniezione”.

“I progetti – rende noto  – sarebbero quelli di iniziare le prove cliniche prima di Natale, finire le prove cliniche entro febbraio ed avere il farmaco a disposizione a marzo, partendo da piccole quantità fino ad averne abbastanza per tutti”.

In un momento storico caratterizzato da tanta confusione il Dr. Rappuoli conclude la sua intervista dichiarando: “Spero che il regalo di Natale 2021 sia che ci siamo scordati questa pandemia”

Parole che sono per l’umanità, speranza di un tanto atteso ritorno alla normalità.

Gli studi continuano.

Print Friendly, PDF & Email