Napoli | La commissione Infrastrutture, Lavori Pubblici, Mobilità stigmatizza l’ennesima assenza.

La commissione mobilità ha inviato una lettera al Sindaco, al Capo di Gabinetto e al Presidente del Consiglio comunale dopo l’ennesima assenza sia della parte tecnica che di quella politica nella commissione odierna. Erano stati invitati il Vice Sindaco Enrico Panini, che ha avvisato ieri che non sarebbe intervenuto, l’Assessore alla Mobilità Alessandra Clemente, il Responsabile Area Infrastrutture Serena Riccio, l’Amministratore Unico ANM Nicola Pascale ed il Responsabile Esercizio ANM Pierpaolo Martino. L’assenza degli Assessori e della dirigenza impedisce di fatto ai consiglieri di esercitare il proprio ruolo di indirizzo e controllo.

Riportiamo il testo integrale della lettera firmata dai consiglieri di opposizione Matteo Brambilla (M5s), Aniello Esposito (PD), Roberta Giova (La Città), Salvatore Guangi (Forza Italia).

Duole constatare l’ennesima e massiva assenza degli invitati alla Commissione odierna, peraltro su un tema rilevante quale l’alienazione del parco veicoli vetusti ubicati nel deposito tramviario di S. Giovanni.

Nel ricordare a ciascuno dei  soggetti in intestazione che è compito precipuo delle Commissioni Consiliari, ciascuna nell’ambito delle rispettive competenze, verificare lo stato di attuazione dei piani e dei programmi generali e settoriali dell’Amministrazione, la Commissione esprime profondo sdegno e disapprovazione per il comportamento tenuto.

Fatta salva la correttezza istituzionale del Vice Sindaco, impossibilitato a presenziare per via di concomitanti ed inderogabili impegni, nessun altro dei convocati ha ritenuto opportuno comunicare le ragioni della propria assenza.

Si tratta peraltro di un comportamento reiterato, irrispettoso del ruolo e lesivo dell’esercizio delle funzioni di indirizzo e controllo ex lege attribuite a ciascun Consigliere Comunale.

Ed è un comportamento di gravità assoluta ancor di più se si tiene conto del fatto che la stessa Assessora con delega alla Mobilità, convocata in codesta commissione in data 07 agosto abbia di fatto preferito presenziare a contestuale Commissione Giovani recante protocollo successivo, del 01 settembre u.s.

La Commissione, pertanto, stigmatizzando con forza questo assoluto ed ingiustificabile vuoto istituzionale, ritiene  sia doveroso che il Sindaco ed  il Presidente Fucito che ci leggono per conoscenza, ciascuno in virtù del ruolo e delle proprie prerogative, stigmatizzando formalmente questi atteggiamenti deprecabili, invitino gli interessati al mantenimento di comportamenti istituzionalmente più consoni e corretti.

Nella consapevolezza che tali scorrettezze non saranno più tollerate dalla Commissione e dai suoi Commissari che, quotidianamente, profondono impegno sui territori per la soluzione dei molteplici e gravosi problemi che attanagliano la città.”

Print Friendly, PDF & Email