E’ guerra: Mentana citato in giudizio dall’avvocato Pisani

Non si placa la polemica sul caso Mentana. Come ha avuto modo di raccontare ieri istituzioni24.it, il celebre Direttore è stato inondato di critiche dopo aver usato dei toni ambigui parlando di Napoli.

A 24 ore di distanza dall’accaduto, riceviamo e pubblichiamo una lettera che l’avvocato Angelo Pisani ha affidato alla nostra testata.

“Questa gente che anche in momenti come così gravi  diffonde offese gratuite  e livore ingiustificato  – precisa l’avvocato Pisani – sarà chiamata in giudizio per spiegare la  propria irrequietudine e rispondere  alle  richieste risarcitorie di utenti e cittadini stanchi vedersi offesi e disinformati. Dovranno scomodarsi dalle loro poltrone, chiamare e pagare un avvocato e poi eccepire vili scuse e pretesti per giustificarsi rispetto alle giuste accuse dei tali condotte, purtroppo , non hanno neanche il coraggio di ammettere un errore e chiedere scusa .Le espressioni offensive ‘ma’ e ‘anche, nonché gli ulteriori attacchi ai napoletani (…) non passeranno in cavalleria” dichiara l’avvocato Angelo Pisani, che continua:

“Mentana (…) sarà trattato come per legge ed anche citato in giudizio civile in solido con i responsabili della diffusione ed amplificazione delle sue iniziative e dovrà usare una lingua convincente e commuovente per giustificarsi e difendersi  dopo le numerose proteste di telespettatori che chiedono giustizia. Sarà chiamato in giudizio per l’accertamento delle responsabilità e per pagare i danni d’immagine e buon nome ai napoletani inspiegabilmente e gratuitamente offesi per ragioni estranee alla realtà ed alla loro condotta da esempio a chi lo denigra senza motivo” .

“Intanto il  signor Mentana – avverte l’avvocato Pisani – farebbe bene a chieder subito scusa ai lettori ed ai napoletani tutti, visto che il suo ruolo di addetto all’informazione richiede altro stile. Tale giornalista, con le sue ormai tipiche cadute di stile e le sue illegittime accuse a Napoli e alle isole del golfo palesemente discriminatorie, pur di spostare l’attenzione del pubblico, prendendosi anche la responsabilità di fare disinformazione, di fatto si è auto accusato e denunciato da solo conquistandosi il suo degno posto accanto a soggetti come Giuseppe Cruciani e Giampiero Mughini, altri noti presentatori/opinionisti che dispensano gratuitamente odio e invidia contro Napoli nei loro show televisivi”.

Conclude Pisani: “il Mentana (…) con offese gratuite e discriminazioni, ha denigrato Napoli nel momento in cui avrebbe dovuto sottolineare quanto di buono si stia facendo in città per evitare catastrofi. Così il giornalista  è riuscito nel suo intento di far parlare di sé, alimentando falsa informazione. Ma certo non può pensare di aver fatto una bella figura. Eppure bastava chiudere scusa”  .

 

 

Print Friendly, PDF & Email