Campania 2020 | Fratelli d’Italia: “In campo per un progetto politico identitario che punta sul lavoro”

Suppletive: Pd e Dema si vergognano dei loro simboli

“Fratelli d’Italia è in campo con un forte progetto politico identitario e per dare una svolta totale alla Campania nel segno dei grandi temi del lavoro, dello sviluppo, dell’ambiente, della salute”. E’ quanto hanno affermato, stamani, in conferenza stampa, Gabriella Peluso, dirigente nazionale di FdI, Giovanni Bianco, dirigente dell’assemblea nazionale di FdI, Gimmi Cangiano, coordinatore regionale di FdI, Nello Savoia, coordinatore provinciale di FdI, Andrea Santoro, coordinatore cittadino di FdI.

“Il nostro “Sud Protagonista” è confluito in “Fratelli d’Italia, ma, in realtà siamo “tornati a casa” perché le nostre radici politiche e culturali, i nostri valori e i nostri principi, sono nella destra ed abbiamo percorso tutta la strada dal Movimento Sociale e fino ad Alleanza Nazionale – ha detto Peluso -; Giorgia Meloni e FdI hanno sposato le nostre battaglie politiche per lo sviluppo del Sud e per la crescita dell’Italia, con gli amici Bianco, Cangiano, Savoia e Santoro abbiamo condiviso numerose e forti battaglie in Campania e sui territori. Adesso, più uniti e forti che mai nella grande casa dell’unica destra italiana, saremo invincibili, cacceremo le sinistre e daremo alla Campania, alle Regioni e all’Italia il buon governo del centrodestra”.

“Con Giorgia Meloni e con il nuovo corso di FdI, torna in campo la grande destra italiana, che aveva interrotto il proprio percorso con lo scioglimento di An – ha sottolineato Bianco -; il progetto politico della destra vincerà alla Regione Campania e darà vita alla svolta totale anche nei Comuni, particolarmente in quelli che, come Acerra, hanno pagato il tributo più alto del malgoverno della sinistra e, particolarmente, dell’emergenza rifiuti. La nostra città, sede dell’unico termovalorizzatore realizzato, sta aspettando i ristori in termini di bonifiche promessi da anni e mai mantenuti. Dopo aver vinto alle elezioni regionali, metteremo mano alla grande svolta che dovrà esserci nei Comuni”.

“Con gli amici di Sud Protagonista abbiamo condiviso numerose battaglie e, tra esse, quella per il Comune di Napoli, quando, insieme, abbiamo costruito il progetto politico di “Napoli Capitale”, che esprimeva i valori della destra, con il quale sono stato eletto al Consiglio comunale – ha evidenziato Santoro -, quindi, quello di Gabriella Peluso e Salvatore Ronghi, insieme con la loro comunità politica, è un ritorno a casa al quale guardiamo con grande favore con l’obiettivo di costruire, dopo aver vinto le regionali in Campania, la grande svolta anche per la città di Napoli che, dopo i disastri di De Magistris, necessita, oggi più che mai, di un forte progetto politico identitario, ispirato ai valori di destra, e che punti sulla sicurezza, sulla vivibilità e sullo sviluppo”.

“Il ritorno nella casa politica della destra di “Sud Protagonista” darà ulteriore forza al progetto politico e alla comunità di FdI nell’area metropolitana di Napoli – ha rimarcato Savoia -, condivideremo altre importanti battaglie per vincere alla Regione Campania alle elezioni della prossima primavera e nei Comuni dell’area metropolitana che andranno al voto, con l’obiettivo di tirare fuori la Campania dal buio in cui la sinistra l’ha fatta sprofondare e per dare vita a quel buon governo che necessita per dare vivibilità e benessere a tutto il territorio”.

“Siamo felici ed orgogliosi del ritorno a casa di “Sud Protagonista” in “Fratelli d’Italia”, il nostro partito sta riunendo, grazie a Giorgia Meloni, tutto il mondo della destra e sta riunendo presso di sé tutto quel mondo di movimenti civici, che si muovono nell’area del centrodestra, ma che, fino ad oggi, non avevano trovato la giusta collocazione e che, con FdI, confluiscono in un progetto politico di qualità per la Regione Campania. Domenica prossima si voterà in Emilia Romagna e in Calabria, FdI otterrà un grande risultato perché il popolo premierà e la coerenza di Giorgia Meloni e della nostra classe dirigente, e, a seguire, nella prossima primavera, vinceremo, come destra e con un forte progetto di centrodestra, in Campania e nelle altre Regioni al voto. Il Governo statale, a guida Pd-M5S, ha i giorni contati”.

Infine, Peluso e Cangiano hanno  criticato  l’alleanza tra Pd e Dema per le suppletive al Senato  a Napoli del prossimo 23 febbraio con la candidatura di Sandro Ruotolo: “E’ una vergognosa ammucchiata tra Pd e Dema che fanno l’alleanza per le suppletive e se la danno di santa ragione su temi. Loro scendono in campo vergognandosi di presentare i loro simboli, invece per Napoli occorre visione politica e chiarezza e noi saremo in campo con i simboli di partito”.

Print Friendly, PDF & Email