PAGELLONE AZZURRO | Spal – Napoli: 1-1

Ospina: Intervento prodigioso nella ripresa. Voto 6.5

Koulibaly: Non sembra in grado di gestire lo status di top player… Voto 5.5

Luperto: Da un suo disimpegno frettoloso nasce l’azione del pari. Voto 6-

Malcuit: La maledizione dei terzini continua. Voto 6-

Di Lorenzo: Si propone ma non trova mai la soluzione migliore. Voto 6-

Allan: In ripresa. Voto 6+

Zielinski: Tra le poche note positive. Voto 6.5

Elmas: Impalpabile. Voto 5

Insigne: Ci prova per l’intero arco della partita. Voto 6+

Mertens: Non nella sua migliore giornata. Voto 6-

Milik: Il gol e tanto impegno, peccato non riesca a dosare la forza nell’assist per Llorente in pieno recupero. Voto 6.5

Subentrati:

Ruiz: Sfortunato in occasione del palo. Voto 6+

Callejon: Voto 6

Llorente: Voto 6-

Ancelotti: Serviva vincere. I tre punti invece non arrivano e il percorso di crescita/maturazione, avviatosi nella notte di Salisburgo, si ferma prima di cominciare, così come la rincorsa alla vetta. A tal proposito è forse giunto il momento di ‘guardare altrove’, e comprendere seriamente chi siamo e cosa vogliamo.
Episodi, confusione tattica, qualche scelta arbitrale discutibile, resta l’amarezza e la rabbia di un punto sostanzialmente inutile e dell’ennesimo topic-moment fallito.

Arbitro: Alzo le mani e rinuncio a comprendere l’attuale regolamento circa i falli di mano in area; constato solo che dopo Zielinski a Firenze, si era detto che la regola fosse mutata, poi improvvisamente la stessa è diventata, fin troppo, interpretabile.
Seconda innocua constatazione: al netto del rigore odierno, prima concesso e poi negato, dopo Mertens a Firenze e la coda di polemiche, non fischiati (e non visti al Var né in TV) presunti penalty a nostro favore vs Cagliari e Torino. Direzione incerta, si lascia troppo condizionare da pubblico e giocatori e allenatore di casa.

Spal: Lotterà per non retrocedere.

Print Friendly, PDF & Email