Napoli | Piano per il decoro urbano: in commissione la proposta dell’amministrazione

Illustrata ieri dal Direttore generale Attilio Auricchio la proposta   dell’amministrazione per l’istituzione di un piano centralizzato di   interventi per il decoro urbano e la cura del verde cittadino, alla   luce anche delle proposte formulate dalle commissioni Ambiente, Lavoro   e Qualità della vita nel corso di precedenti riunioni.

Il Direttore generale ha illustrato alla commissione Attività   produttive i principali punti della proposta dell’amministrazione,   elaborata dopo una ricognizione del personale e dei mezzi a   disposizione di ogni Municipalità svolta dall’architetto Mauro Forte   della Direzione operativa e dal capitano Antonio Coppola dell’ufficio   di Gabinetto: sono 220 i dipendenti oggi in servizio nelle dieci   Municipalità con mansioni di giardiniere o fognatore; al primo gennaio   2020 questo numero scenderà a 160 a causa dei pensionamenti.
Si punta a raccogliere la disponibilità di almeno 60 dipendenti che,   su base volontaria, andranno a costituire un nucleo operativo da   dividere in dieci squadre di quattro elementi, una per ogni   Municipalità, con la possibilità di assegnare due squadre alle   Municipalità più estese e con maggiori aree verdi, come la   Municipalità 6 e la Municipalità 8. Queste squadre si comporranno   nelle sedi di partenza degli automezzi (Via Pazzigno e Pianura) e   verranno impiegate sul territorio sulla base di programmi d’intervento   forniti dalle singole Municipalità. Il personale verrà incentivato  ad  aderire a questa proposta attraverso il riconoscimento di una  quota di  produttività e sarà dotato di strumenti operativi e  vestiario  adeguato, che verranno acquistati con una spesa prevista di  circa  25mila euro.
Le squadre opereranno per la manutenzione ordinaria del verde e per il   decoro nelle Municipalità. La loro azione andrà a integrarsi con il   Pronto intervento urbano assicurato, in base al nuovo contratto di   servizio, dalla Napoli Servizi, e con le attività del tavolo tecnico   settimanale sul tema del decoro e del verde che riunisce gli   assessorati e le società partecipate competenti. Prossimamente ci   sarà, ha concluso il Direttore generale, un confronto con le parti   sindacali sulla proposta e l’adozione di un disciplinare di intervento.
Nel dibattito il presidente della commissione Attività produttive   Vincenzo Solombrino ha evidenziato che questa proposta rappresenta un   primo passo, ma non basterà per risolvere i problemi delle Municipalità.
Sul punto il Direttore generale ha precisato che le Municipalità, con   le quali va condivisa al massimo la proposta, non vedranno intaccate   le proprie prerogative ma, al contrario, potranno beneficiare di un   servizio più efficiente e razionalizzato con la presenza costante di   almeno una squadra operativa.
Rosario Andreozzi (Dema) ha espresso soddisfazione per la proposta e   ha suggerito, indicazione accolta favorevolmente dal Direttore   generale, di individuare una terza postazione logistica per la sosta   degli automezzi e la composizione delle squadre: il “Lotto 14 B” di   Via Dietro la Vigna, nell’area Nord.
Il tema sarà nuovamente approfondito, ha concluso Marco Gaudini,   presidente della commissione Ambiente, in una prossima riunione   congiunta delle commissioni Attività produttive, Ambiente e Qualità   della vita per condividere con i consiglieri di queste due ultime   commissioni la proposta dell’amministrazione. Prima dell’inizio della   riunione, infatti, alcuni consiglieri (Langella di Agorà e Moretto di   Prima Napoli) si erano polemicamente allontanati per il ritardo   nell’inizio dei lavori e per la scarsa partecipazione dei consiglieri.

Print Friendly, PDF & Email