Curdi, Rampelli (vicepresidente della Camera-Fdi): necessaria condanna internazionale della Turchia

“Sull’aggressione turca su territori curdi la prima questione che va ricordata è la richiesta di alcuni Stati europei e di diversi partiti italiani di favorire l’ingresso della Turchia nell’Ue. Spero abbiano il buon gusto di chiedere scusa, visto che sono gli stessi che stanno condannando le operazioni militari di Erdogan.

Tra questi campioni di strategia figura anche il governo pentaleghista, che firmò un documento-missione in tal senso. Abbiamo fatto bene a schierarci contro quest’ipotesi, vista la sostanziale incompatibilità dell’attuale presidente turco con metodi e valori occidentali. Siamo esterrefatti del cinismo mostrato in queste ore dalla comunità internazionale: tante astratte condanne e nessuna azione concreta per difendere il popolo curdo che pure è stato determinante, come forza d’interposizione terrestre, nella sconfitta dell’Isis. L’Italia e l’Europa, che hanno in Asia minore interessi territoriali stringenti prendano l’iniziativa e restituiscano ai curdi l’amicizia di cui hanno beneficiato. finora”.

E’ quanto dichiara Fabio Rampelli, vicepresidente della Camera e deputato di Fdi.