Digital summit | D’Amelio: “La Campania con “iter legis” il procedimento legislativo è digitalizzato”

“Siamo molto orgogliosi di aver digitalizzato, con il progetto ‘Iter Legis’, il flusso documentale relativo al procedimento legislativo del Consiglio Regionale della Campania, dove esso è totalmente dematerializzato ed integrato con il nuovo Portale dell’Assemblea legislativa regionale, che proprio stamani è stato attivato on line”.

È quanto ha affermato la Presidente del Consiglio Regionale della Campania, Rosa D’Amelio, intervenendo ai lavori della sessione plenaria del “Campania Digitale Summit”, stamani (ieri ndr), al Polo Universitario a San Giovanni a Teduccio.

“Abbiamo sviluppato la digitalizzazione del flusso documentale, collegato alla firma digitale di tutti gli attori, politici e amministrativi, coinvolti nel processo legislativo, azzerando la necessità di protocollazione interna tra uffici e consentendo di pubblicare, sul nuovo Portale, in tempo reale, lo stato di avanzamento di ciascun progetto di legge” – ha sottolineato D’Amelio.

“Questa importante ‘conquista’ si inserisce nell’azione tesa alla semplificazione, alla informatizzazione e alla digitalizzazione che abbiamo avviato fin dall’inizio della Legislatura – ha proseguito il vertice dell’Assemblea legislativa regionale –, investendo le poche risorse libere disponibili per l’acquisto di tablet per il lavoro d’Aula, a disposizione di consiglieri ed assessori, con un risparmio di circa 2 milioni di fogli di carta all’anno, per la digitalizzazione della Sala Stampa “Marco Suraci”, per la realizzazione dello “Studio Tv Digitale e dell’Aula Multimediale”.

“Oggi è pronto il sistema informatico interno, con valore legale, che consente di eliminare completamente la carta anche negli uffici amministrativi, legislativi, nelle segreterie dei consiglieri – ha aggiunto D’Amelio -, una buona pratica, che può essere riusata anche da altri Consigli regionali e, con opportuni adeguamenti, anche dalla Camera dei Deputati e dal Senato della Repubblica”.

“Inoltre – ha ricordato la Coordinatrice della Conferenza delle Assemblee legislative delle Regioni -, il 16 settembre abbiamo presentato, con l’Osservatorio regionale contro la violenza sulle donne, un nuovo software che, nella piena garanzia della privacy, consentirà un aggiornamento dinamico della situazione. E siamo  la prima regione in Italia che ha un metodo di raccolta dati digitalizzato e dinamico in un campo drammatico come quello del fenomeno della violenza sulle donne”. 

Print Friendly, PDF & Email