Difesa | Dichiarazione d’Intenti Italia-Uk per il caccia Tempest. Soddisfatto Guerini

Il Generale C.A. Nicolò Falsaperna, Segretario Generale della Difesa, e Sir Simon Bollom, CEO del Defence Equipment & Support, in qualità di Direttori Nazionali degli Armamenti di Italia e UK, hanno siglato, in occasione del salone DSEI (Defence & Security Exhibition International), una Dichiarazione d’Intenti per collaborare al programma Tempest.

Le aziende leader nel settore della difesa del Regno Unito (BAE Systems, Leonardo UK, Rolls Royce e MBDA UK), insieme agli attori principali dell’industria italiana (Leonardo Italia, Elettronica, Avio Aero e MBDA Italia) collaboreranno dunque alle attività relative al Combat Air System Tempest firmando una Dichiarazione di Intenti. Secondo l’accordo, i partner lavoreranno insieme per definire un concetto innovativo e un modello di partnership che preveda la condivisione delle competenze acquisite, la definizione dei requisiti di prodotto e lo sviluppo tecnologico congiunto di sistemi di difesa aerea.

La Dichiarazione d’Intenti impegna entrambi i Governi a sviluppare ulteriormente le proprie capacità nel settore Combat Air. È il risultato di un Government Feasibility Study congiunto, lanciato a seguito della pubblicazione del UK’s Combat Air Strategy al Farnborough Air Show a luglio 2018.

’Lo studio– fa sapere il Ministero della Difesa attraverso una nota- ha portato alla conclusione che UK e Italia sono partner naturali nel settore del Combat Air, anche in virtù della collaborazione esistente tra la Difesa dei due Paesi e in particolar modo tra l’Aeronautica Militare e Royal Air Force che impiegano sistemi d’arma comuni, Eurofighter e F-35. Infatti, grazie alle esperienze derivanti dall’impiego di tali assetti e da una visione comune su dottrina, addestramento ed esperienza operativa, è stato registrato un forte allineamento di vedute in merito alle caratteristiche necessarie ad un sistema aereo di prossima generazione. A ciò si aggiunge la cinquantennale esperienza di collaborazione che le due Nazioni hanno maturato nello sviluppo e supporto di velivoli da combattimento con i programmi Panavia Tornado ed Eurofighter.’’

Soddisfatto il neoministro della Difesa Lorenzo Guerini: “L’avvio di questa importante parternship fra Italia e UK in un settore strategico quale quello dell’aerospazio, è un risultato molto positivo. Raggiunto grazie ad un lavoro efficace e concreto, e ulteriore conferma dell’eccellenza dell’industria italiana della Difesa”. Il nuovo caccia italo-britannico Tempest destinato alla Royal Air Force, si contrappone a quello FCAS frutto della partnership franco-tedesca e che mira a sostiuire l’Eurofighter.