Caserta | Emozioni e suggestioni borboniche nel sito Unesco

Il cartellone degli eventi entra nel vivo all’Acquedotto carolino

Entra nel vivo, domenica 8 settembre, il ciclo di eventi previsti dal progetto “Comunicare il sito Unesco e i musei del territorio: identità visiva e presenza on line – Emozioni e suggestioni borboniche, musiche, storie, giochi e sapori nel sito Unesco di Caserta e nei musei del territorio”.

Il progetto, finanziato a valere sui fondi 2017 legge 20 febbraio 2006 n.77, “Misure speciali di tutela e fruizione dei siti italiani di interesse culturale, paesaggistico e ambientale, inseriti nella lista del patrimonio mondiale, posti sotto la tutela dell’Unesco”, nasce dalla collaborazione tra la Reggia di Caserta e il Comune di Caserta.

Il cartellone della rassegna si aprirà nella suggestiva cornice dell’Acquedotto carolino, inserito dall’Unesco nel 1997 con la Reggia di Caserta e il complesso industriale di San Leucio, nella World Heritage List. Dalle 16.30 alle 18.30, i Ponti della Valle si animeranno con “Camminando sulla via d’acqua”, trekking e visite guidate con il Club Alpino italiano – Sezione di Caserta, e “La favola dell’acqua e del ponte incantato”, narrazione in costume per i più piccoli a cura de La mansarda – teatro dell’orco. A conclusione “A tavola col re Lazzarone”, buffet di cibi storici per riscoprire le pietanze tipiche dell’epoca borbonica.

Il programma di “Camminando sulla via d’acqua” prevede una passeggiata sul tratto dell’acquedotto vanvitelliano, noto come i Ponti della Valle a Valle di Maddaloni, di circa un’ora, in gruppi di massimo 30 persone. Sarà possibile percorrere il camminamento superiore della struttura, aperto eccezionalmente al pubblico per l’occasione. E’ richiesto un abbigliamento comodo e adatto a una escursione in campagna.

Con lo sfondo del maestoso acquedotto, voluto da Carlo di Borbone per alimentare i giochi d’acqua del Parco di Palazzo reale e per soddisfare le esigenze della corte e della città, andrà in scena, poi, “La favola dell’acqua e del ponte incantato”. La narrazione in costume per i più piccoli ripercorrerà la storia dei luoghi mediante il racconto di personaggi immaginari che combinando realtà e fantasia. La teatralizzazione ai piedi del Ponte sarà fruibile senza limitazioni di accesso. Non sono previste sedute. E’ consigliabile per godersi lo spettacolo portare con sé cuscini o stuoie.