Chiesa | Monsignor Andrea Bellandi è il nuovo Arcivescovo di Salerno-Campagna-Acerno – VIDEO

Il nuovo Arcivescovo Andrea Bellandi - istituzioni24

SALERNO. Dopo la rinuncia al governo della diocesi di S.E.Rev.ma mons. Luigi Moretti, per gravi motivi di salute,  e dopo l’elezione di mons. Bellandi, da parte di Papa Francesco, ad Arcivescovo di Salerno – Campagna – Acerno, sabato 6 Luglio mons. Andrea Bellandi della diocesi di Firenze è stato ordinato vescovo nella Cattedrale di Salerno dal cardinale di Firenze Giuseppe Betori che ha associato a sè nel rito di ordinazione l’arcivescovo metropolita di Napoli il cardinale Crescenzio Sepe e l’arcivescovo metropolita di Taranto mons. Filippo Santoro.

Partecipata ed emozionante la celebrazione che ha visto la presenza di migliaia di fedeli. Prima dell’appuntamento presso la Cattedrale salernitana, mons. Bellandi ha incontrato in piazza Amendola le autorità civili e militari e la società civile.

“In questa città e territorio così ricchi di tradizioni civili e religiose,  – ha detto nel corso del suo intervento – oggi arriva un Pastore proveniente da un’altra terra, non però dalla fine del mondo come disse Papa Francesco alla sua elezione, una terra quella toscana anch’essa ricca di tradizioni e cultura. Penso, quindi, sinceramente che con il popolo e le istituzioni di questa città potrà nascere sicuramente una buona intesa. Un’intesa che potrà portare a Dio piacendo e nel rispetto certamente dei rispettivi ruoli e competenze, a una stima e collaborazione vicendevoli. Già nel mio primo saluto alla diocesi ho espresso il mio desiderio di poter collaborare fattivamente per il bene comune del nostro popolo e adesso ribadisco pubblicamente questa mia profonda intenzione.

In questi tempi complessi e per certi versi drammatici che viviamo, c’è assoluto bisogno del dialogo tra le diverse Istituzioni che operano concordemente per creare un clima di rispetto, di accoglienza, di sostegno alla dignità di ogni essere umano. La Chiesa pur non avendo altro scopo ultimo e desiderio che quello di comunicare la gioia del Vangelo che, come scrive Papa Francesco, riempie il cuore e la vita intera di coloro che si incontrano con Gesù, non può tuttavia certo disinteressarsi del benessere anche temporale di ogni persona. Tutta la storia di duemila anni di cristianesimo lo dimostra.

Prego quindi Iddio, Maria Santissima e San Matteo che mi aiutino nel mio nuovo ministero di pastore in questa terra a non avere altro a cuore che questo, facendomi per questa intenzione servo di tutti credenti e non credenti. Grazie della benevola e calorosa accoglienza e saluto tutta la cittadinanza dal profondo del mio cuore e avremo modo di conoscerci personalmente e di volerci bene”.

Prima di arrivare in Cattedrale, monsignor Bellandi ha percorso in corteo la strada che da piazza Amendola porta a via Duomo fermandosi per un momento di raccoglimento presso la chiesa di Sant’Agostino.