Lazio | Rifiuti, FDI: Zingaretti non si vanti di salvare Roma

<<Dopo essersi disinteressato per 6 anni di approntare il Piano Rifiuti Regionale, dopo avere giocato a braccio di ferro con la Raggi per tutto il triennio dell’amministrazione M5 Stelle, oggi, con Roma a rischio epidemia, Zingaretti si erge a salvatore della patria, scaricando sugli impianti di altre province l’esubero di rifiuti non trattati e non smaltiti dalla municipalizzata capitolina per insormontabili carenze impiantistiche e logistiche, causate anche dalla politica del non fare del governatore Piddino, mirata a far precipitare la situazione per giustificare la riapertura di vecchie discariche, l’incremento di cubatura di quelle ancora attive e addirittura di crearne di nuove, come quella periodicamente riproposta in località Pian dell’Olmo.  Stupefatti ci chiediamo: ma non gli trema la mano al solo pensiero di firmare quell’ordinanza, che aggrava la già compromessa condizione ambientale dei centri urbani del Lazio prossimi ai siti di trattamento rifiuti, tra l’altro non prodotti da quelle cittadinanze, che anzi hanno percentuali di raccolta differenziata tra i più alti d’Italia, ed in continuo incremento>>.

Così in un comunicato i consiglieri regionali del Lazio di Fdi, Ghera capogruppo, Righini, Colosimo.