Salute | Mangiare sano anche in estate, la nutrizionista Cavaliere: “Bere tanto e, dopo una scorpacciata, l’indomani è bene non digiunare”

L’estate è un cesto di frutta e verdura colorate!

Colori che soddisfano gli occhi, il palato e fanno bene al corpo. Si va dal verde dell’insalata e dei fagiolini al rosso delle ciliegie, delle angurie e dei peperoni, dal viola delle melenzane e delle prugne al giallo e all’arancione delle albicocche e dei meloni. In estate, insomma, ci sono tutti i presupposti per mantenersi in forma!

La corretta alimentazione è il cruccio di tante persone, soprattutto quando è tempo di mostrarsi in costume o quando si assecondano i piaceri del palato nelle vacanze a mare o in montagna.

Se, in inverno, al nostro organismo occorrono molte calorie per regolare il nostro metabolismo, nella stagione estiva, bisogna, al contrario, ridurre l’apporto calorico, modificando, di conseguenza, l’alimentazione.

Noi di Istituzioni24.it abbiamo chiesto qualche consiglio a Gina Cavaliere, biologa-nutrizionista, con un dottorato di ricerca in Scienza dell’alimentazione e della nutrizione alla Università “Federico II” di Napoli.

Poniamoci in una situazione ideale: persona sana, normopeso, con un’attività fisica nella media. Qual è l’alimentazione da seguire nel periodo estivo?

«L’alimentazione da seguire in qualsiasi periodo dell’anno, quindi anche in estate, è, sicuramente, un’alimentazione equilibrata, che assicuri l’assunzione di tutti i principi nutritivi di cui l’organismo necessita. Nel periodo estivo, però, con le alte temperature, il nostro organismo è sottoposto ad una maggiore perdita di liquidi – sali minerali – attraverso la sudorazione, che pertanto vanno reintegrati. Per questo, oltre a bere più acqua, è opportuno consumare cibi idratanti e ricchi di minerali e vitamine, quali frutta di stagione e verdure fresche».

In estate andrebbe diminuito l’apporto di grassi e carni in genere, ma è in questo periodo che si organizzano, più spesso, barbecue con vari tipi di carni accompagnate da vino e birra gelate. Dopo questa scorpacciata, cosa bisogna fare per tornare ad avere un’alimentazione in equilibrio?

«Il consiglio che, in questi casi, fornisco ai miei pazienti è di effettuare, tra i vari cibi proposti, la scelta meno peggiore. Nel caso specifico dei barbecue con vari tipi di carni, vanno scelte senz’altro quelle più magre e meno elaborate, accompagnate da un bicchiere di vino rosso. L’indomani di una scorpacciata è bene non digiunare, ma riprendere un’alimentazione corretta e sana evitando dolci, alcolici e cibi grassi».

Gelati, granite, thè zuccherati. Come introdurli senza nuocere troppo ad una dieta sana?

«Bisognerebbe fare una scelta che combini il più possibile gusto e salute! Fra i vari tipi di gelati, da evitare sono quelli troppo grassi ed elaborati, prediligendo, invece, i gelati artigianali alla frutta.

In generale, la moderazione nel consumo di gelato, granite e bevande zuccherate, sia in termini quantitativi che di frequenza, è la scelta più saggia. Consiglio, comunque, di non introdurre questi alimenti al termine dei pasti principali, per non appesantire ulteriormente i processi digestivi. Considerando il caso di un paziente in perfetto stato di salute, cioè senza particolari patologie metaboliche, la scelta meno dannosa è sicuramente introdurre gelati, sorbetti agli spuntini».

Per molti ipotési, la bella stagione può non sempre essere un piacere: quali alimenti privilegiare?

«Un’alimentazione equilibrata e sana influisce positivamente sul benessere psico-fisico dell’individuo. Per gli ipotési, gli alimenti da privilegiare sono quelli ricchi in omega3, antiossidanti, vitamine e sali minerali come il magnesio. Vanno preferiti, perciò, pasti a base di cereali integrali, legumi, pesce, verdure e frutta fresca».

Una pietanza estiva che sulla sua tavola non deve mai mancare.

«L’anguria in quanto un frutto oltre che gustoso anche poco calorico, dissetante per l’alta percentuale di acqua, ricco di vitamine, sali minerali e molecole ad azione antiossidante».

Sebbene le ore più calde siano sconsigliate a tutti, ad alcune persone piace fare il bagno nel primo pomeriggio: che pasto consiglia a chi proprio non riesce a stare sotto l’ombrellone dopo pranzo?

«In tal caso, è opportuno consumare pasti con porzioni più piccole, preparati con cibi freschi, leggeri e di facile digestione. Sono da privilegiare pasti non ricchi in grassi e proteine (che richiedono una digestione più lunga), pietanze a base di carboidrati, come l’insalata di cereali con verdure, in quanto i carboidrati rispetto alle proteine e ai grassi richiedono un tempo di digestione più breve».

Questione sport: è consigliabile praticarlo in estate? 

«Lo sport è consigliabile praticarlo in qualsiasi periodo dell’anno, in estate, tuttavia, vi è la necessità maggiore di integrare i liquidi e i sali minerali persi in quantità più elevata a causa delle più alte temperature. Quindi, è opportuno aumentare l’assunzione di liquidi e di prediligere alimenti ricchi di acqua come verdura e frutta fresca».