La Sapienza | Incidente mortale al rave abusivo: interrogazione di Donzelli (Fdi) a Salvini

“Far rispettare la legge all’interno delle Università. Liberare tutte le aule occupate illegalmente e controlli antidroga durante le iniziative dei collettivi” 

“Le università non possono essere ostaggio dei collettivi e dei centri sociali. E’ ormai un problema di ordine pubblico. Se ne occupi il Ministero dell’interno.” Così Giovanni Donzelli, parlamentare e responsabile nazionale organizzazione di Fratelli d’Italia, annuncia una interrogazione in prima commissione al Ministro Salvini in seguito alla morte di un giovane durante un rave abusivo organizzato dai centri sociali all’interno della Università La Sapienza di Roma.
“I collettivi di estrema  sinistra usano ripetutamente l’Ateneo La Sapienza a Roma come locale a cielo aperto per feste illegali e a pagamento. Il Rettore ha più volte denunciato pubblicamente la situazione fuori controllo. Da articoli di stampa si apprende che avrebbe anche avvertito ufficialmente la Questura.” Si legge nella interrogazione parlamentare firmata anche da altri colleghi di Fratelli d’Italia tra cui il responsabile cultura del movimento di Giorgia Meloni, Federico Mollicone.
“Sull’ingresso dello storico Ateneo la notte vigilano i collettivi, che trasformano La Sapienza in un locale all’aperto a pagamento, ma senza rispettare alcuna regola. Cosa ha intenzione di fare il Ministro Salvini per far rispettare la legge all’interno de La Sapienza e delle Università italiane troppo spesso in balia dei collettivi universitari?” Chiedono i parlamentari di FdI.
“I collettivi e i centri sociali con violenza impediscono le iniziative legittime dei gruppi studenteschi di destra e organizzano invece continuamente feste e iniziative abusive” Ricorda Giovanni Donzelli chiedendo al Ministro degli interni “Se ha intenzione di liberare tutte le aule occupate illegalmente negli Atenei e di prevedere controlli antidroga durante le iniziative dei collettivi.”