Agropoli, indagati Franco Alfieri e il sindaco Adamo Coppola

Franco Alfieri e Adamo Coppola

AGROPOLI. Indagati Franco Alfieri, consigliere politico del presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca e candidato sindaco al Comune di Capaccio, e Adamo Coppola, attuale sindaco di Agropoli.

Nella mattinata odierna, lunedì 13 maggio, i militari della Dia di Salerno, coordinati dal tenente colonnello Giulio Pini, hanno eseguito una serie di perquisizioni presso il Municipio di Agropoli, l’abitazione del primo cittadino e lo studio legale e l’abitazione dell’ex sindaco. Sia Alfieri che Coppola sono stati poi invitati a presentarsi presso la locale compagnia dei Carabinieri. L’indagine è condotta dal pubblico ministero Vincenzo Montemurro; al momento non è stato ancora rivelato l’oggetto dell’inchiesta.

“Cielo sereno non teme tempesta”, è il commento di Franco Alfieri che poi aggiunge: “Stamattina il mio studio legale ad Agropoli e la mia abitazione a Torchiara sono stati oggetto di una perquisizione della Dia di Salerno. Mi dispiace che queste attività investigative abbiano luogo nel pieno della campagna elettorale. Nell’esprimere come sempre la mia piena fiducia nel lavoro della magistratura, vado avanti a testa alta perché la forza di un uomo è anche quella di reagire alle difficoltà e mettere ancora più energia e determinazione nel lavoro quotidiano”.

“Da qualche giorno ufficiali ed agenti della polizia giudiziaria hanno richiesto atti e documenti vari riguardanti procedimenti amministrativi già conclusi da anni – è invece il commento del sindaco Adamo Coppola – Quest’oggi, con le perquisizioni presso la mia abitazione e il mio ufficio personale, tali operazioni possono dirsi terminate in quanto detti operatori hanno redatto processo verbale di conclusione. Personalmente sono tranquillo e fiducioso del lavoro dei magistrati. In riferimento agli atti che hanno visto la mia partecipazione, rimango sereno in quanto la stessa è sempre stata leale, imparziale e legittima”.