AGCI accoglie l’invito del Ministro Matteo Salvini che ha dichiarato: “Porte aperte per la cooperazione sana” auspicando a un dialogo di confronto

“Le porte del mio Ministero sono aperte. La battaglia è contro i furbi non contro dei mondi, delle realtà”. Così il Vicepremier e Ministro dell’Interno, Matteo Salvini, ha recentemente dichiarato riferendosi al mondo delle cooperative, aggiungendo: “Non credo alle generalizzazioni, quindi per la cooperazione sana le porte sono aperte”.
“Anche la nostra Associazione – risponde Brenno Begani, Presidente AGCI, alle parole del Vicepremier Salvini- non crede alle generalizzazioni, infatti da anni ci battiamo contro le false cooperative. La nostra è una lotta seria e determinata, tuteliamo circa 7 mila cooperative e tutte rappresentano esempi di buona cooperazione”.
“I corpi intermedi cooperativi come AGCI – sottolinea Begani – si candidano ad essere la garanzia della sana cooperazione attraverso strumenti seri di monitoraggio. Ecco perché accogliamo, con grande piacere, l’invito del Ministro Salvini di apertura nei confronti del mondo cooperativo, con l’auspicio di poter affrontare, in particolare, i temi legati alla falsa cooperazione, per pianificare un progetto efficace e strategico a tutela della buona cooperazione e per sfatare i pregiudizi e falsi miti che sporcano il buon nome di chi lavora e opera, con passione e serietà, nelle nostre imprese e cooperative”.