Famiglie | Associazione Notai Cattolici per la tutela dei più deboli

ASSISI – “Sui diritti delle famiglie, delle donne, dei figli riteniamo che il ruolo dei professionisti e in particolare di quelli cattolici come quelli che appartengono alla nostra associazione non possa che partire dalla posizione della Chiesa sulla famiglia secondo quanto definito in Amoris laetitia, la sintesi del pensiero familiare di Papa Francesco:‘La famiglia è una sola, non esiste quella tradizionale e quella moderna, c’è la famiglia dove ci sono le due componenti, quella maschile e quella femminile che generano la vita, i figli, e poi ci sono altre forme come le unioni civili che hanno un grande valore, non ci dev’essere scontro, ma dialogo e rispetto reciproco’. Partendo da questi presupposti andrebbero indubbiamente evitati scontri e polemiche che sono soltanto pregiudizievoli dei diritti di tutti.
Stiamo invece assistendo in questi giorni a uno scontro durissimo che rischia di lasciare a margine le vere questioni di tutela dei più deboli. Ed è invece su questo che noi professionisti cattolici siamo maggiormente impegnati nel nostro ruolo di garanti molto spesso e guide di percorsi di frequente delicati che riguardano i diritti sociali ma anche economici delle persone”, ha dichiarato il presidente dell’Ainc Andrea Dello Russo. Temi, questi, che saranno anche al centro del VI congresso annuale dell’Ainc, associazione italiana dei notai cattolici, che si svolgerà al Sacro Convento di Assisi il 17 e 18 maggio. Le relazioni di autorità civili e religiose, di notai, magistrati, avvocati, commercialisti saranno al centro della prima giornata dell’assise mentre il sabato sarà dedicato in particolar modo alla solidarietà e alla beneficenza.