Ronghi e Ferrandino (Sud Protagonista): Raid armato a Napoli, presto tavolo di confronto mondo civiche e centrodestra. Primarie per la scelta candidato Sindaco

NAPOLI – “Il raid armato di ieri notte nella centralissima Piazza Trieste e Trento è la punta dell’iceberg di una città ormai fuori controllo, dove regnano l’illegalità, il racket, la macro e microcriminalità”.

E quanto affermano il segretario Federale di Sud protagonista Salvatore Ronghi e il portavoce cittadino, Luigi Ferrandino, per i quali “il Sindaco De Magistris deve dimettersi perché palesemente incapace di garantire la sicurezza e  perché  ha  contribuito  a  creare le condizioni affinché la città venisse trascinata nel degrado e nella illegalità diffusa. Altro che candidatura alla Presidenza della Regione Campania!

“E’ fondamentale, inoltre, che il mondo delle civiche e il centrodestra attivino subito un  tavolo  di  confronto  per avviare il progetto per il futuro di Napoli, lanciando, già da giugno prossimo, le primarie per la scelta del candidato Sindaco, per le quali “Sud Protagonista” presenterà un proprio candidato rappresentativo” – aggiungono Ronghi e Ferrandino.

Per quanto riguarda le competenze del Governo, i due esponenti di “Sud Protagonista” rivolgono un appello al Ministro dell’Interno: “Salvini deve rendersi conto che non esiste solo il problema  dell’immigrazione, che il caso-Napoli rappresenta un priorità per l’intero Paese  e  che esso va affrontato fattivamente con più forze dell’ordine, più controllo del territorio ed una strategia volta a smantellare i gruppi criminali che infangano la nostra città”.

 “Infine – concludono Ronghi e Ferrandino – il tema del contrasto della criminalità va affrontato nell’ambito di un piano straordinario per il lavoro e lo sviluppo a Napoli, in Campania e nell’intero Sud, in quanto la disoccupazione è una delle principali cause dell’illegalità”.

Print Friendly, PDF & Email