D’Amelio: Giornata Internazionale Donna, il treno dell’8 marzo giunto a Lapio

LAPIO (Av) – Il “Treno dell’8 marzo”, lo storico Avellino-Rocchetta, è arrivato a Lapio, al Palazzo Filangieri, riaperto per l’occasione dopo la recente ristrutturazione, per incontrare le donne imprenditrici del vino, nell’ambito delle celebrazioni per la Giornata Internazionale della Donna, alle quali partecipa la Presidente del Consiglio regionale, Rosa D’Amelio. Presenti la sindaca di Lapio Trisa Lepore, l’assessore Chiara Marciani, la vicepresidente dell’Associazione nazionale Donne del vino Daniela Mastroberardino e le delegate regionali Valentina Carputo ed Elena Martusciello.
La degustazione dei vini è stata offerta dall’Associazione nazionale Donne del vino e da sette cantine locali: Rocca del Principe, Cantine Femia, Colli di Lapio, Tenuta Scuotto, Filadoro, Romano Nicola, Feudo Apiano.
“Abbiamo oggi donne straordinarie impegnate nell’impresa, nella promozione e nel marketing, ristoratrici, produttrici di vino , sommelier. L’imprenditoria vitivinicola è stata valorizzata e qualificata anche grazie alla loro tenacia e alla loro determinazione.  Già da anni hanno fatto superare il cliché dell’attività amministrativa e aziendale tutta al maschile, dimostrando capacità gestionale e relazionale e contribuendo a portare il gusto per il bello nel mondo del vino, femminilizzandone l’immagine”, ha dichiarato la Sindaca Trisa Lepore.
La tappa è stata dedicata alla valorizzazione delle imprese dell’enogastronomia al femminile, alla diffusione di una diversa cultura del vino e del bere consapevole, in un territorio patria del Fiano di Avellino e dedito alla produzione di Taurasi.
L’assessore Chiara Marciani ha “raccolto la sfida” sottolineando i provvedimenti che la Regione Campania sta adottando con gli accordi territoriali di genere, impegnandosi a continuare a lavorare per incentivare l’imprenditoria femminile con focus dedicato alle donne del vino.
L’evento “Treno dell’8 marzo” è stato seguito in diretta televisiva dalle testate Telenostra/Primativvù e Ottochannel.
Print Friendly, PDF & Email