Cangiano (Fdi): “Un emendamento per salvare i Diplomati Magistrale”

NAPOLI – “Un emendamento da inserire nel Decreto Concretezza. È questa la prima iniziativa che Fratelli d’Italia, per il tramite dei suoi Parlamentari, intende proporre e sostenere per non lasciare soli i Diplomati Magistrale, tantissimi i campani, all’indomani di una sentenza che fa discutere. Ancora una volta, infatti, assistiamo costernati ad una decisione del Consiglio di Stato, che entrando nel merito della ormai annosa questione dei Docenti in possesso del DM ante 2001/2002, decreta di fatto il depennamento dalle Graduatorie ad Esaurimento di coloro che vi risultano inseriti grazie proprio al Diploma Magistrale. Abbiamo sempre sostenuto il diritto dei DM ad essere inseriti in GaE, e ad avere riconosciuto, nella sua interezza, il titolo conseguito. I DM non possono pagare ancora, ed a caro prezzo, le scelte scellerate di una politica che nel corso degli anni non è riuscita a dipanare la matassa dei problemi che aveva contribuito a generare, e che ha lasciato un vuoto normativo che nessuno sembra voler colmare. Fratelli di Italia, con ogni mezzo e in tutti i luoghi deputati a farlo, sosterrà senza mezzi termini i DM, battendosi per garantire la permanenza in GaE ai docenti che aspettano da anni una immissione in ruolo che adesso rischiano di non poter mai ottenere. Tutto ciò, in un momento storico in cui si prevede una fuga di massa dei Docenti in servizio che intenderanno usufruire della Quota 100, con la conseguente penuria di Personale Docente qualificato già a partire da Settembre 2019, cui si farà fronte nominando dalle GI o dalle MAD. E questo spesso non garantisce ai nostri alunni e al Progetto Formativo delle nostre scuole, livelli adeguati in termine di continuità, di contenuti e di competenze. È per questo che non abbandoneremo questa battaglia, pur consci delle difficoltà che incontreremo e consapevoli di essere praticamente soli contro tutti. Contro un Governo che sta perdendo l’ennesima occasione di schierarsi di fianco a decine di migliaia di lavoratori che vedono svanire la possibilità di poter continuare a lavorare, seppur spesso da precari, nel mondo della Scuola. Speriamo che, almeno in questa circostanza, la Lega ed il M5S non si tirino indietro di fronte a questa ennesima ingiustizia sociale, è si schierino al nostro fianco ed al fianco del Popolo Italiano.” Così hanno dichiarato Gimmi Cangiano, Presidente Regionale FdI- Campania ed Alessandra Vigliotti, Responsabile Regionale Istruzione FdI- Campania.