Radicali di Napoli con Caldoro e comitato referendario sulla Macroregione Sud

NAPOLI – Il Radicali Napoli “Ernesto Rossi” aderiscono al Comitato referendario per la Macroregione Autonoma del Sud. Danno l’annuncio dell’adesione il segretario Furgiuele e il presidente Sannino insieme al presidente del Comitato referendario Alessandro Sansoni. Da subito partiranno iniziative e gazebo per poter contribuire alla raccolta delle firme necessarie per poter chiedere il referendum consultivo. I quesiti sono due e sono incardinati sugli articoli 116 e 117 della Costituzione che regolamentano le autonomie regionali. Obiettivo è quello di raccogliere entro la prima decade di aprile le 10mila firme necessarie alla convocazione della consultazione referendaria.

“Crediamo – dicono Furgiuele e Sannino – che questa proposta referendaria possa essere una grande opportunità per il sud e per l’Europa tutta. Una nuova Europa che sappia guardare oltre i sovranismi e gli egoismi nazionali verso un modello federato fatto di Macroregioni. Le Macroregioni per gli Stati Uniti d’Europa. Tante potrebbero essere le opportunità da cogliere per i nostri territori, dalle sinergie tra le Università e i distretti culturali, dalle misure di prevenzione delle catastrofi naturali al turismo, ma anche pesca, energia, per non parlare della necessità di dare una spinta a strade, ferrovie e infrastrutture per migliorare l’interconnessione in Europa, un’opportunità di crescita anche per le imprese, in termini di bandi, partnership, sinergie in ricerca e innovazioni”.
Radicali Napoli “Ernesto Rossi” costruirà nelle prossime settimane anche eventi pubblici per spiegare le ragioni che ci spingono a sostenere questa proposta referendaria.
I radicali hanno partecipato all’appuntamento a Bagnoli, in piazza Salvemini per la raccolta delle firme.
Print Friendly, PDF & Email