Elezioni Europee | Svanisce il progetto di candidatura alle europee di de Magistris

Due più due in politica potrebbe anche fare cinque, ma questa volta l’aritmetica non si sbaglia. Nella giornata di ieri sono susseguiti una dichiarazione e un comunicato che non lasciano adito a dubbi: il sindaco di Napoli Luigi de Magistris non si presenterà alle europee. «Allo stato credo che sia molto difficile che ci possa essere una lista di questo tipo alle europee», ha dichiarato de Magistris, fondatore e presidente del movimento politico Dema, interpellato sugli sviluppi del tavolo per la formazione di una lista per le elezioni europee con altri partiti e movimenti di sinistra. «Io sono stato molto chiaro da questo punto di vista – spiega de Magistris – io faccio il sindaco di Napoli a tempo pieno, sono una persona che ama la politica e lancia il cuore oltre l’ostacolo in modo anche generoso. Ho detto che se si creassero determinate condizioni, se si sciogliessero tutta una serie di nodi, se si producesse un processo entusiasmante, contagioso in positivo e coinvolgente che potessi guidare non solo io, ma anche io, allora avrei potuto prendere in considerazione non solo la lista, ma anche di candidarmi». Il fatto che le condizioni, ‘’il processo entusiasmante’’ non sia nemmeno partito è confermato nel pomeriggio dal comunicato di Potere al Popolo, partito di estrema sinistra che da tempo dialoga per un’alleanza con il sindaco partenopeo. «Il Coordinamento Nazionale di Potere al Popolo ha discusso e valutato i risultati fin qui raggiunti nella trattativa con la coalizione sorta intorno a De Magistris e intorno al preambolo politico della lista fin qui prodotto. Nella discussione ci sono state diverse valutazioni. Alcuni interventi hanno ritenuto i risultati ottenuti un avanzamento, altri interventi hanno ritenuto che ci siano ancora elementi di criticità e da chiarire. Dalla discussione nel Coordinamento Nazionale viene confermato il pieno mandato alla delegazione di proseguire nella trattativa per l’alleanza con la coalizione De Magistris, per verificarne il percorso e i risultati e mettere quanto prima le informazioni a disposizione di tutte le iscritte e gli iscritti di Potere al Popolo per decidere entro il 2-3-4 marzo.» È chiaro che la trattativa per la definizione di una lista elettorale che comprenda sia PaP che DemA si è inceppata. È probabile a questo punto che de Magistris farà il sindaco fino alla fine del suo mandato dato che finora non è stato in grado di costruire un polo politico di sinistra alternativo al Pd e ai 5s, che sia in grado di sfidare anche il governatore dem Vincenzo De Luca alle prossime regionali.

Print Friendly, PDF & Email