TAV | Rampelli: strategica al Nord e piano straordinario di infrastrutture al Sud

“Mentre si moltiplicano ancora le polemiche tra Lega Nord e 5 Stelle sulla prosecuzione della Tav, ribadiamo la necessità di un’infrastruttura strategica come la Torino-Lione”, così Fabio Rampelli, vicepresidente della Camera e deputato di Fdi, interviene sulla attuale paralisi dell’opera infrastrutturale.

“Dirimente perforare la corona alpina per raggiungere la parte ricca e internodale dell’Europa. Un passaggio fondamentale, perché se non mettiamo in contatto i prodotti italiani con la dorsale Lisbona-Kiev si sommerà un altro handicap per le aziende italiane, già provate da tasse e crisi. Occorre dunque da un lato proseguire i cantieri della Tav ma, insieme, urge avviare un piano straordinario infrastrutturale per il Sud che metta in pareggio il divario con il nord e si attrezzi per intercettare la nuova ricchezza commerciale che dopo secoli si è nuovamente collocata nel bacino del Mediterraneo. L’Italia deve essere governata con una visione economica che dirvi al meglio le sue vocazioni”.

Ha concluso il vicepresidente della Camera.

Print Friendly, PDF & Email