Mugnano, in Prefettura firma per il contrasto allo sversamento ed incendio dei rifiuti

    Il Sindaco Sarnataro: “Ora la nostra polizia municipale potrà intervenire nelle zone a confine con il nostro territorio, accordo per tutelare la salute dei cittadini”

    MUGNANO – Il sindaco Luigi Sarnataro firma in Prefettura l’accordo per lo “svolgimento congiunto dei servizi di Polizia Locale per il contrasto del fenomeno dell’abbandono e incendio dei rifiuti”.

    Il protocollo d’intesa, siglato alla presenza dell’incaricato del Ministero dell’Interno Gerlando Iorio, è stato sottoscritto anche dai sindaci dei Comuni di Napoli, Aversa, Arzano, Casandrino, Casavatore, Casoria, Cercola, Melito, Pozzuoli, San Giorgio a Cremano, Volla e Quarto.

    Il patto, fortemente voluto dal primo cittadino di Mugnano, prevede un’azione coordinata tra i comandi di polizia municipale dei singoli comuni nelle zone di confine al fine di contrastare lo sversamento di rifiuti e l’innesco di roghi tossici.

    “Grazie a questo patto – dichiara il sindaco di Mugnano Luigi Sarnataro – finalmente i nostri caschi bianchi avranno potere di intervento nelle zone a confine tra il nostro comune e il territorio di Napoli. In particolare potranno intervenire con attività di controllo e contrasto nelle aree, in primis le rampe di accesso e di uscita dell’asse mediano, maggiormente colpite dal fenomeno di abbandono rifiuti. Si tratta di un trattato a cui ho lavorato in prima persona e che mi sta particolarmente a cuore. Troppo spesso, infatti, i miei concittadini sono stati vittime passive dei roghi tossici appiccati nelle zone limitrofe ricadenti in altri comuni”.

    Print Friendly, PDF & Email