Napoli | IX Municipalità: locali del Polifunzionale inagibili

La denuncia del consigliere Strazzullo: situazione persistente da tempo, gestione fallimentare.

Questa mattina con una nota indirizzata ai consiglieri della nona municipalità, il Direttore dell’ente comunale ha comunicato inagibilità del parlamentino di Soccavo unitamente alle aule dove si svolgono le commissioni consiliari e dove vi sono le stanze assegnate ai gruppi consiliari.

A renderlo noto è il consigliere di Fratelli d’Italia Pasquale Strazzullo che già in passato ha evidenziato in più occasioni lo stato di abbandono del centro polifunzionale di via Adriano a Soccavo.

“Un edificio – spiega il consigliere – la cui agonizzante realizzazione è durata circa quaranta anni. Fino a qualche anno fa poteva essere ritenuto il fiore all’occhiello della municipalità, con palestre attrezzate e vaste aree a verde curate, oltre alle varie attività sportive”.

Il polifunzionale ospita, oltre l’ente istituzionale, anche il reparto infortunistica stradale della polizia municipale e varie società informatiche.

“Un’intera ala dell’edificio – spiega Strazzullo – era destinata alla tenenza dei carabinieri, con lavori quasi ultimati ma poi non se ne è saputo più nulla. Con l’amministrazione De Magistris e con il passaggio della manutenzione dalla Romeo Gestione alla Napoli Servizi, vi è stata la disfatta più totale, in quanto la maggioranza della quadratura del polifunzionale risulta inagibile partendo dal parcheggio, passando agli ascensori sempre guasti, per finire al tetto. Bisogna ricordare, inoltre, che in passato vi sono stati anche incendi, probabilmente di origine dolosa, che hanno interessato più locali dell’edificio”.

“Piccoli interventi risolutivi – ha concluso il consigliere municipale -sono stati portati a termine dagli imprenditori che hanno investito in attività commerciali all’interno di quello che doveva essere il palazzetto dello sport della municipalità. Per quanto riguarda il parlamentino è chiaro che anche la Municipalità non si è attivata più di tanto per scongiurare i seri disagi portati all’attività amministrativa dell’ente”.

Print Friendly, PDF & Email