Meridonare: a rischio il futuro della Start Up

Convocata l’assemblea straordinaria dei soci per il 7 Gennaio 2019

NAPOLI – Dopo quasi un anno caratterizzato dalla difficoltà di programmare il futuro, stante il Commissariamento della Fondazione, il cda di Meridonare, come è noto, si è dimesso il 22 novembre, all’indomani della elezione di un nuovo Presidente e di un nuovo cda della Fondazione Banco Napoli. Il Presidente di Meridonare ha avuto un colloquio con Presidente e Vice-Presidente della Fondazione lo scorso 15 dicembre, un colloquio dal quale il cda dimissionario ha ricevuto due indicazioni che ci sembra giusto rendere pubbliche:

1) la richiesta di convocare un’assemblea dei soci per prendere le decisioni sul futuro di Meridonare;

2) la difficoltà della Fondazione a investire ulteriormente in questo progetto;

L’Assemblea straordinaria è stata quindi convocata per il 7 gennaio con all’ordine del giorno il tema della eventuale ricapitalizzazione della società e quello dei provvedimenti conseguenti alle dimissioni del cda.
Quanto al futuro di Meridonare il cda nelle persone di Gianluca Luise, Maria Santoro, Vito Gurrado e Marco Musella può solo sostenere di aver dato tutto quello che poteva per consentire a Meridonare di attraversare il difficile periodo del commissariamento della Fondazione che certamente ha frenato lo sviluppo della giovane start-up; ora si può solo sperare che qualcun altro raccolga il testimone per proseguire una esperienza che è certamente da considerarsi estremamente positiva per lo sviluppo del territorio.

Print Friendly, PDF & Email