Campania | Picarone (PD): manovra regionale di rigore e sviluppo

“Anche quest’anno, la Giunta regionale e, poi, la II Commissione, ha approvato un Bilancio rigoroso e finalizzato a sostenere lo sviluppo e il lavoro nella nostra Regione, tenendo conto delle linee di indirizzo strategiche già delineate nel Documento di economia e finanza 2019/2021, come integrato dalla Risoluzione di maggioranza, approvato il 13 novembre scorso”.

E’ quanto afferma Francesco Picarone, Presidente della Commissione regionale Bilancio e Finanze, Demanio e Patrimonio, che ha approvato a maggioranza, con il voto contrario delle minoranze, la manovra di bilancio per il triennio 2019/2021 e che sarà all’esame del Consiglio regionale il prossimo 27 dicembre. Relatore in Aula sarà Picarone.

“La Nota di aggiornamento al Documento di Economia e Finanza della Regione Campania. DEFRC 2019-2021, ad iniziativa del Presidente Vincenzo De Luca e dell’assessore al bilancio Ettore Cinque, è stata integrata dalla Risoluzione di maggioranza che punta sui settori strategici per lo sviluppo,dalla sanità, ai trasporti, alle imprese, alla ricerca, all’innovazione, e che lancia la battaglia politica per evitare che i procedimenti per l’autonomia, che il Governo Lega-5Stelle si appresta ad approvare, a seguito dell’iniziativa di alcune Regioni del Nord, possano diventare l’ennesima penalizzazione per il Sud in termini di privazione di risorse” – ha spiegato il consigliere regionale del Pd.

La Commissione, ha, altresì, approvato a maggioranza, con il voto contrario delle minoranze, i disegni di legge “Disposizioni per la formazione del Bilancio di previsione finanziario pluriennale 2019/2021 della Regione Campania – Legge di stabilità regionale 2019” e “Bilancio di previsione finanziario per il triennio 2019 -2021 della Regione Campania” . Approvato a maggioranza, con il voto contrario del Movimento 5 stelle, il Bilancio di previsione 2019/2021 del Consiglio regionale.

“Si va verso un’integrazione del testo della Legge di Stabilità con il contributo della maggioranza e di spunti condivisibili delle minoranze – aggiunge Picarone – e si realizza un testo finale che amplia gli interventi a molti settori, dall’ambiente al territorio, alle politiche di sostegno delle nascite alla sicurezza, e altri ancora, nel rispetto degli equilibri di bilancio e del rigore dei conti. Ancora una volta rispettando i termini di approvazione e giungendovi approvando anche tutti i Rendiconti, finanche il 2017 in Giunta, finalmente allineando previsionali e consuntivi. Una operazione, dunque, – conclude Picarone – di trasparenza e messa in sicurezza dei conti della Campania che, mantenendo impegni sociali (trasporto gratuito degli studenti, raddoppio del fondo per le disabilità), ripiana tutto il deficit delle passate amministrazioni (5 miliardi) evitando di lasciare altri debiti alle future generazioni”.